Rosy Bindi

È stata Ministro della sanità dal 1996 al 2000, ministro per le politiche della famiglia dal 2006 al 2008, vicepresidente della Camera dei deputati dal 2008 al 2013, presidente del Partito Democratico dal 2009 al 2013.
Laureata in scienze politiche alla Luiss, ricercatrice in diritto amministrativo nella facoltà di Scienze Politiche a La Sapienza di Roma e poi nella facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Siena fino al 1989, era accanto a Vittorio Bachelet (del quale era assistente universitaria a Roma) nel momento del suo assassinio il 12 febbraio 1980.
Lungamente impegnata nell'Azione Cattolica, dopo l'impegno nel settore giovanile è stata vicepresidente nazionale dell'associazione dal 1984 al 1989.

Gli inizi nella DC e nel PPI
Nel 1989 Rosy Bindi inizia la sua carriera politica iscrivendosi alla Democrazia Cristiana: in quell'anno si candida alle elezioni europee con lo Scudo Crociato nella circoscrizione Nord-Est ottenendo 211.000 preferenze e venendo eletta. A Strasburgo ricopre l'incarico di vicepresidente della "Commissione cooperazione e sviluppo" e, successivamente, di presidente della "Commissione petizioni e diritti dei cittadini". (fonte: Wikipedia)
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr

14 i nomi impresentabili alle amministrative

Per Bindi, inoltre, "anche la legge sullo scioglimento e commissariamento dei comuni ha bisogno di alcune modifiche". Al termine della seduta, alle ore 15.30, è prevista una conferenza stampa della Presidente Rosy Bindi con i parlamentari della ... (Solo News - 84 giorni fa) Leggi | Commenta
Loading....