Santa Marta (Colombia)

Santa Marta è un comune nel nord della Colombia, si affaccia sul Mar dei Caraibi ed alle spalle è circondata dalla "Sierra Nevada de Santa Marta"; è capoluogo del dipartimento di Magdalena. La città è un centro portuale e turistico di primaria importanza.
Il centro abitato venne fondato da Rodrigo de Bastidas nel 1525, ed è la più antica città ancora esistente in Colombia.
"El Libertador" Simón Bolívar morì in una tenuta chiamata Quinta de San Pedro Alejandrino nelle vicinanze di Santa Marta il 17 dicembre 1830.
Santa Marta venne fondata il 29 luglio 1525 dall'esploratore spagnolo Rodrigo de Bastidas che vi fece trasferire un centinaio di soldati ed alcuni indigeni. Prese questo nome poiché la sua fondazione avvenne il giorno dopo quello intitolato a Santa Marta, molto venerata dal popolo spagnolo. La sua importanza crebbe rapidamente poiché divenne sia un'importante base per le spedizioni verso l'interno della regione, sia un importante piazzaforte contro i pirati che infestavano il Mar dei Caraibi, sia un fondamentale centro amministrativo. Tuttavia la vicinanza con Cartagena le fece perdere il primato di principale porto della Colombia. Verso la metà del XIX secolo arrivarono a Santa Marta coloni da tutta l'Europa, che impiantarono industrie e coltivazioni intensive e collegarono la città con le piantagioni mediante una rete ferroviaria. Nel 1871 venne fondata l'"Universidad del Magdalena". Nel XX secolo quello di Santa Marta divenne il principale porto della nazione per l'esportazione delle banane e del carbone. Negli ultimi anni la popolazione è cresciuta notevolmente a causa dell'economia turistica, che ogni anno richiama migliaia di lavoratori stagionali. (fonte: Wikipedia)
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr

Il Papa: chi non sparla è sulla buona strada per diventare santo

Sperare con coraggio, mettersi in gioco e in discussione, aprirsi «con semplicità», convertirsi, alla grazia di Dio. Questa è la strada che porta alla santità. Bisogna «camminare alla presenza di Dio in modo irreprensibile». Lo dice papa Francesco nell’omelia della Messa a Casa Santa Marta di questa mattina, durante la quale sottolinea che già chi ... (La Stampa - 4 giorni fa) Leggi | Commenta

“Comprendere i peccatori senza negoziare la verità”

Vanno sempre associati, non possono prescindere gli uni dall’altra: gli insegnamenti di Dio e la comprensione per la debolezza umana. Verità e accompagnamento, questo ci vuole con i peccatori. Lo illustra Gesù nel Vangelo e lo ricorda papa Francesco nell’omelia di questa mattina a Casa Santa Marta, risaltando – come riporta Radio Vaticana - il bran... (La Stampa - 8 giorni fa) Leggi | Commenta
Anatema del Papa, chi sfrutta lavoro nero è sanguisuga

Anatema del Papa, chi sfrutta lavoro nero è sanguisuga

CdV - "Chi accumula ricchezze con sfruttamento, lavoro in nero, contratti ingiusti, e' una sanguisuga che rende schiava la gente". Anatema di Papa Francesco contro i moderni 'chiavisti' nell'omelia di oggi a Santa Marta. "Il sangue di chi e' sfruttato ... (AGI - Agenzia Giornalistica Italia - 8 giorni fa) Leggi | Commenta
Papa Francesco: chi sfrutta i dipendenti è una sanguisuga

Papa Francesco: "chi sfrutta i dipendenti è una sanguisuga"

«Chi sfrutta i dipendenti è una sanguisuga». Parola di Papa Francesco nell'omelia della Messa di giovedì 19 maggio 2016 a Santa Marta. Prende spunto dalle letture della Parola di Dio: «Accade questo: “Voglio lavorare”. “Ti fanno un contratto da ... (BergamoNews.it - 8 giorni fa) Leggi | Commenta
Mappa
Loading....