Signoria cittadina

La Signoria cittadina rappresenta l'evoluzione istituzionale di molti comuni urbani dell'Italia centro-settentrionale attorno alla metà del Quattrocento.
Essa si sviluppò a partire dal conferimento di cariche podestarili o popolari ai capi delle famiglie preminenti, con poteri eccezionali e durata spesso vitalizia. In tal modo si rispondeva all'esigenza di un governo stabile e forte che ponesse termine all'endemica instabilità instituzionale ed ai violenti conflitti politici e sociali, soprattutto tra magnati e popolari. Inoltre i "Comuni" medievali avevano mantenuto il contado e le città sottomesse in condizioni di minorità giuridica ed economica. "Alla base della trasformazione del Comune in Signoria vi è quindi la spinta del contado, delle città minori e delle fazioni umiliate e sconfitte, che premono perché si giunga a un sistema di governo che ponga tutti in condizioni di eguaglianza giuridica. È così che nella vita cittadina finisce con l'imporsi un uomo, spesso un nobile, che in qualche modo riesce a godere della fiducia di una cospicua parte della popolazione". Il Signore, affermato il proprio potere per aver saputo sfruttare abilmente una determinata situazione, governa poi con imparzialità. (fonte: Wikipedia)

Venerdì Santo, il Papa prostrato davanti all'altare. Ora la Via Crucis

Città del vaticano, 18 apr. (Adnkronos/Ign) - Papa Francesco, vestito con i paramenti rossi, ha aperto nella Basilica di San Pietro la celebrazione del Venerdì Santo per la Passione del Signore. Rito che tradizionalmente precede la Via Crucis che si svolgerà ... (Adnkronos/IGN - 4 giorni fa) Leggi | Commenta

Giovedì Santo. Autoritratto di padre Jorge

Nell'Oggi del Giovedì Santo, in cui Cristo ci amò fino all'estremo (cfr Gv 13,1), facciamo memoria del giorno felice dell'Istituzione del sacerdozio e di quello della nostra Ordinazione sacerdotale. Il Signore ci ha unto in Cristo con olio di gioia e questa unzione ... (L'Espresso - 5 giorni fa) Leggi | Commenta

Papa: Il sacerdote non si procuri la gioia da sè

"La gioia sacerdotale è una gioia che ha come sorella la povertà. Il sacerdote è povero di gioia meramente umana: ha rinunciato a tanto! E poiché è povero, lui, che dà tante cose agli altri, la sua gioia deve chiederla al Signore e al popolo fedele di Dio. (LaPresse - 5 giorni fa) Leggi | Commenta

Papa: "Anche io vissuto momenti di tristezza, ma popolo Dio dà gioia"

Bergoglio, durante la messa del Crisma del Giovedì Santo: "Nei momenti di tristezza il gregge del Signore è capace di proteggerti". Nella cerimonia dedicata al..... (La Repubblica - 6 giorni fa) Leggi | Commenta

Papa: "Il 15 agosto sarò in Corea per incontrare i giovani dell'Asia"

Città del Vaticano, 13 aprile 2014 - Papa Francesco ha celebrato in piazza San Pietro la messa della Domenica delle Palme e della Passione del Signore che precede la Pasqua. Durante la celebrazione, al centro della piazza, presso l'obelisco, il pontefice ... (Quotidiano.net - 9 giorni fa) Leggi | Commenta
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10