Strage di piazza Fontana

La strage di piazza Fontana fu conseguenza di un grave attentato terroristico compiuto il 12 dicembre 1969 nel centro di Milano. Viene da molti ritenuta, convenzionalmente, l'inizio del periodo passato alla storia in Italia come strategia della tensione.
Le indagini si susseguiranno nel corso degli anni, con imputazioni a carico di vari esponenti anarchici e di destra; tuttavia alla fine tutti gli accusati saranno sempre assolti in sede giudiziaria (peraltro alcuni verranno condannati per altre stragi, e altri si gioveranno della prescrizione).
L'esplosione avvenne il 12 dicembre 1969 alle ore 16:37: una bomba scoppiò nella sede della Banca Nazionale dell'Agricoltura in piazza Fontana a Milano, uccidendo diciassette persone (quattordici sul colpo) e ferendone altre ottantotto.
Una seconda bomba viene rinvenuta inesplosa nella sede milanese della Banca Commerciale Italiana, in piazza della Scala. Vengono eseguiti i rilievi previsti e successivamente viene fatta brillare distruggendo in tal modo (come dichiarato dal giudice Gerardo d'Ambrosio e confermato dalla Cassazione) elementi probatori di possibile importanza per risalire all'origine dell'esplosivo e a chi abbia preparato gli ordigni. Una terza bomba esplode a Roma alle 16:55 dello stesso giorno nel passaggio sotterraneo che collega l'entrata di via Veneto della Banca Nazionale del Lavoro con quella di via di San Basilio, ferendo tredici persone. Altre due bombe esplodono a Roma tra le 17:20 e le 17:30, una davanti all'Altare della Patria e l'altra all'ingresso del Museo centrale del Risorgimento, in Piazza Venezia, ferendo quattro persone. (fonte: Wikipedia)

Caso Robledo e processo Ruby visti dal magistrato Salvini

Guido Salvini, che ha lavorato per anni all'Ufficio Gip di Milano occupandosi di inchieste delicate (come quelle su Piazza Fontana, sul brigatismo e sul rapimento di Abu Omar) analizza i termini della questione Robledo, e non solo, e invita a leggere gli eventi ... (Formiche.net - 7 maggio 2014) Leggi | Commenta

Il governo toglie il segreto sulle stragi

Nove stragi fra il 1969 e il 1984, da Piazza Fontana al Treno 904, duecentotrentatre morti, più di ottocento feriti. È il bilancio di uno dei periodi più oscuri della storia repubblicana, oscuri anche perché la ricerca della verità si è spesso scontrata coi silenzi, ... (PassioneTecno - 23 aprile 2014) Leggi | Commenta

Stragi, via il segreto di Stato. Renzi: "Un dovere"

“Ho firmato oggi la direttiva che 'declassifica' – si dice così, in gergo tecnico – gli atti relativi ai fatti sanguinosi di Ustica, Peteano, Italicus, Piazza Fontana, Piazza della Loggia, stazione di Bologna, rapido 904, Gioia Tauro. Una mole enorme di documenti che ... (Italiaglobale.it - 23 aprile 2014) Leggi | Commenta

Via il segreto alle stragi di Stato: presto la verità su Peteano

Addio al segreto di Stato sulle stragi che hanno attraversato il Paese, da Ustica a Piazza Fontana, da Peteano all'Italicus, da piazza della Loggia a Gioia Tauro, dalla stazione di Bologna al rapido 904. Il premier Matteo Renzi ha annunciato in una nota di ... (Il Friuli - 23 aprile 2014) Leggi | Commenta

Stragi: Renzi, mole enorme documenti a disposizione tutti

(AGI) - Roma, 22 apr. - "Ho firmato oggi la direttiva che declassifica - si dice cosi' in gergo tecnico - gli atti relativi ai fatti sanguinosi di Ustica, Peteano, Italicus, Piazza Fontana, Piazza della Loggia, stazione di Bologna, Rapido 904, Gioia Tauro. Una mole ... (AGI - Agenzia Giornalistica Italia - 23 aprile 2014) Leggi | Commenta
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10