Zola Predosa

Zola Predosa ("Zôla Predåusa" in dialetto bolognese) è un comune italiano di 18.593 abitanti della provincia di Bologna in Emilia-Romagna.
I primi reperti archeologici rinvenuti nel territorio di Zola Predosa, sono frammenti di strumenti lapidei e di vasi con manico ad anello risalenti all'età del Bronzo. Alcuni reperti dell'epoca Villanoviana ed Etrusca, sono conservati al Museo Civico Archeologico di Bologna (soprattutto corredi funebri e vasi).
Del periodo romano sono alcune spade e lance in ferro ritrovate durante scavi nella cava Andina, come pure effigi in bronzo che raffigurano Cerere e Mercurio, e monete di età augustea.
Notizie risalenti al Medioevo citano le comunità di Gesso, Zola e Predosa prima tra i possedimenti di Matilde di Canossa, poi del Comune di Bologna. Nel 1144 Zola giura fedeltà a Bologna, e nel 1164 anche Gesso viene sottomesso.
Il XII secolo vede una fiorente attività di produzione vitivinicola, oggi ripresa e valorizzata. Nella metà del Duecento infatti ha origine la "Strada dei brentani", realizzata per agevolare il trasporto di vino dalle valli del Lavino e del Samoggia verso Bologna. Oggi tale strada (solo simbolicamente corrente sul tracciato originario) è denominata "Strada dei vini e dei sapori". (fonte: Wikipedia)

SP 26 Valle del Lavino strada sicura

Lunedì 3 agosto verrà attivato l’autovelox sulla SP 26 Valle del Lavino, tra la località Gesso di Zola Predosa e Calderino di Monte San Pietro. In quel tratto stradale compreso tra Gesso e Gessi i conducenti non dovranno pertanto superare…Continua a leggere → (La Prima Pagina - 3 giorni fa) Leggi | Commenta

Philip Morris premia produttività bolognese

Proseguono i lavori per la realizzazione del nuovo stabilimento Philip Morris a Crespellano. Dopo il potenziamento dell'impianto storico di Zola Predosa inaugurato in autunno dal premier Renzi, entro fine anno partiranno le prime linee produttive. (viaEmilianet - 29 giorni fa) Leggi | Commenta
Mappa
Loading....