Ecco Yoghi, il cane eroe che da giorni scava sul Monte Velino

MarsicaLive INTERNO

Nella ricerca dei quattro escursionisti dispersi sul monte Velino, Tonino, Valeria, Gianmarco e Gian Mauro, partecipano anche le squadre cinofile: uno degli animali coinvolti è il cane poliziotto Yoghi, della questura dell’Aquila, protagonista delle operazioni di soccorso fin dai primi giorni.

Il ruolo di Yoghi e delle squadre cinofile è quello di fiutare eventuali tracce degli escursionisti dispersi, indirizzando dunque le ricerche dei soccorritori. (MarsicaLive)

Su altri media

Al momento sono state interrotte le ricerche dei 4 dispersi sul Monte Velino, a causa del maltempo e della scarsa visibilità che impedisce agli elicotteri di decollare e alle squadre di terra di proseguire le attività di ricerca a Valle Majelama. (Onda Tv)

Anche Nina Palmieri, giornalista e volto noto della trasmissione Mediaset “Le Iene”, ha voluto dedicare un pensiero e una preghiera per i quattro ragazzi. Fa che Valeria, Gianmarco, Tonino e Gian Mauro tornino a casa”. (MarsicaLive)

ore 8.00 -Proseguono le ricerche dei quattro escursionisti di Avezzano, dispersi da una settimana sul Monte Velino. ore 11.45 - Al momento sono state interrotte le ricerche dei 4 dispersi sul Monte Velino, a causa del maltempo e della scarsa visibilità che impedisce agli elicotteri di decollare e alle squadre di terra di proseguire le attività di ricerca a Valle Majelama. (Zonalocale Abruzzo)

Il mezzo battipista è stato sganciato in una zona montana, isolata e lontana da qualsiasi infrastruttura, senza causare danni di alcun genere. ’ALBE – Sono regolarmente iniziate alle prime del giorno le operazioni di ricerca dei dispersi con le sole squadre di terra in quanto la scarsa visibilità della giornata non permette il decollo degli elicotteri. (MarsicaWeb)

Le buone condizioni meteorologiche di oggi hanno permesso ai soccorritori di raggiungere in elicottero la quota di ricerca nella Valle Majelama del Monte Velino per proseguire le ricerche dei dispersi. (MarsicaLive)

“Grazie per ciò che state facendo”, la Marsica si stringe attorno ai soccorritori. Ecco la storia di Elio. Magliano de’ Marsi. (MarsicaLive)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr