Damien Hirst in mostra a Roma - TVS tvsvizzera.it

Damien Hirst in mostra a Roma - TVS tvsvizzera.it
tvsvizzera.it CULTURA E SPETTACOLO

"Questo è il luogo dove la poesia di Hirst può essere esaltata".

pre martedì alla Galleria Borghese di Roma "Archaeology Now" l'attesa mostra dedicata all'artista britannico Damien Hirst.

La Radiotelevisione svizzera l'ha visitata in anteprima.

Mentre molte delle sculture di Hirst sono chiaramente moderne, altre si fondono con l'ambiente circostante, grazie all'uso di materiali tradizionali come il bronzo o il marmo di Carrara (tvsvizzera.it)

La notizia riportata su altri giornali

E questa volta lo fa al di fuori di spazi di proprietà, come l'omonima Fondazione a Milano, centro vivace di mostre, eventi e collaborazioni tra arte e design. Un'immagine della mostra "Damien Hirst Archaeology now". (MF Fashion)

Hirst ne prelevò alcuni per riconvertirli nelle sue opere Fino al giorno in cui, a metà degli anni ’80, un introverso vicino di casa morì. (Il Manifesto)

Damien Hirst. by A. Novelli Galleria Borghese–Ministero della Cultura Damien Hirst and Science Ltd. (Arte.it)

Damien Hirst invade la Galleria Borghese con la mostra “Archaeology Now”

Ma questi sono elementi accessori, la questione, a nostro avviso, è la perdita di quell'elemento narrativo unico e di quell'aspetto di fede nella costruzione artistica. L'arrivo di Hirst, uno dei grandi sacerdoti del contemporaneo e del mercato, nello storico museo romano è già di per sé una combinazione che innesca una sensazione di elettricità. (Tiscali.it)

Così Francesca Cappelletti, direttrice di Galleria Borghese. Così Francesca Cappelletti, direttrice del museo di Roma. (Newsby)

L’artista inglese Damien Hirst sfida gli iconici spazi della Galleria Borghese con una mostra che farà parlare a lungo di sé. È straordinaria la capacità della mostra “Archaeology Now” di Damien Hirst, ospitata all’interno dell’altrettanto celebre Galleria Borghese, di mantenere un perfetto equilibrio tra iconoclastia e rispetto nel rapportarsi con alcune tra le opere giustamente più famose della Storia dell’Arte. (CulturaMente)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr