Scuola: primi cittadini verso proroga chiusura

Scuola: primi cittadini verso proroga chiusura
Trapani Oggi - Notizie di cronaca, politica, attualità Trapani INTERNO

Sarebbe questo l'esito di una riunione in videoconferenza tra i primi cittadini dei Comuni che aderiscono ad Anci Sicilia e presieduta da Leoluca Orlando.

Numerosi avvocati, giuristi e professori universitari e anche magistrati che si riservano di sporgere denuncia affinchè vengano valutate eventuali responsabilità penali fanno parte del gruppo

Numerosi avvocati, giuristi e professori universitari e anche magistrati che si riservano di sporgere denuncia affinchè vengano valutate eventuali responsabilità penali fanno parte del gruppo. (Trapani Oggi - Notizie di cronaca, politica, attualità Trapani)

La notizia riportata su altre testate

Pubblicità. Il primo cittadino ha diffuso la seguente nota: «Il numero elevatissimo di contagi, l'insufficienza di garanzie sulla sicurezza per studenti e docenti, hanno indotto i sindaci, al termine della riunione di ANCI Sicilia, di emanare specifiche ordinanze per mantenere chiuse le scuole di ogni ordine e grado. (La Sicilia)

Il sindaco di Riposto Enzo Caragliano aderendo alle decisioni assunte dall’assemblea dell’Anci ha firmato questa sera una ordinanza sindacale con la quale si sospende l’attività didattica sino al 16 gennaio prossimo. (Gazzettinonline)

Si rientra quindi a scuola, lunedì 17 gennaio. Decisione peraltro dettata da ragioni di sicurezza, considerato che Riposto e Giarre hanno una popolazione studentesca di oltre 7 mila persone. (Gazzettinonline)

Catania, arriva l'ordinanza per chiudere tutte le scuole. «Non ci sono le condizioni per garantire la sicurezza»

"L'ordinanza deriva dal principale obiettivo di garantire il rientro a scuola in presenza e in condizioni di adeguata sicurezza", ha detto Orlando. Un provvedimento analogo è stato adottato anche dai sindaci delle altre due città metropolitane: Catania, con Salvo Pogliese, e Messina, con Cateno De Luca. (Gazzetta di Parma)

L’ordinanza predisposta dai sindaci coinvolge tutte scuole di ogni ordine e grado, fin dalla scuola dell’infanzia. Solo prudenza.”. A causa dell’aumento dei contagiati da covid in Sicilia, La regione aveva deciso di spostare dal 10 al 13 il ritorno nelle classi. (La Voce di Bagheria)

Il primo cittadino ha diffuso la seguente nota:. «Il numero elevatissimo di contagi, l'insufficienza di garanzie sulla sicurezza per studenti e docenti, hanno indotto i sindaci, al termine della riunione di Anci Sicilia, di emanare specifiche ordinanze per mantenere chiuse le scuole di ogni ordine e grado. (MeridioNews - Edizione Sicilia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr