Giustizia, Giuseppe Conte: "Da M5S sostegno per processi più veloci. Ma no a soglie di impunità"

Giustizia, Giuseppe Conte: Da M5S sostegno per processi più veloci. Ma no a soglie di impunità
LiberoQuotidiano.it INTERNO

E ancora: Sulla riforma della giustizia "non abbiamo parlato di voto di fiducia, ma di eventuali miglioramenti.

Al governo stanno molto a cuore, ma ora c’è una dialettica parlamentare per delle soluzioni non ideologicamente soddisfacenti ma tecnicamente sostenibili"

Ho ribadito il sostegno del Movimento 5 Stelle per provvedimenti che velocizzano i processi ma anche che saremo molto vigili nello scongiurare la creazione di soglie di impunità” così l’ex presidente del Consiglio al termine dell’incontro con Mario Draghi a Palazzo Chigi. (LiberoQuotidiano.it)

Ne parlano anche altre fonti

Non accetteremo mai, ad esempio, che il processo penale per il crollo del ponte Morandi possa rischiare l’estinzione” Questi impegni in parte li abbiamo già mantenuti, realizzando gran parte delle riforme che avevamo promesso. (Quotidiano del Sud)

Sui tempi "al governo stanno a cuore tempi molto rapidi nell'approvazione, ma c'è una dialettica parlamentare ed è giusto si sviluppi". Durante il colloquio sono stati affrontati temi legati all’evoluzione della situazione epidemiologica, alla transizione ecologica e alla riforma della Giustizia" (Tiscali Notizie)

Il giocatore che ha già chiesto al club di essere ceduto, aspettava l’offerta di un grande club per lasciare il Napoli. Il giocatore è già stato nel mirino della Lazio e ha l’abilità di giocare anche come laterale mancino di difesa. (Calcio In Pillole)

Conte incontra Draghi: “Il M5s darà il proprio contributo sulla giustizia”

Il nuovo corso partirà da gruppi territoriali e forum tematici", ha spiegato l'ex premier Il Movimento vuole processi veloci, no all'impunità", ha detto l'ex premier alludendo alla riforma della Giustizia proposta dal ministro Marta Cartabia. (Yahoo Notizie)

Del fatto che il governo stia in piedi o cada non me ne può fregare di meno, quello che mi interessa è che il 150 mila processi vanno in fumo. Se fossi il padre di una ragazza stuprata, non me ne potrebbe fregare di meno che il processo d'appello duri due anni o tre anni. (La7)

Lo scrive su Facebook il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio Al centro della nuova Carta dei Principi e dei Valori c’è infatti la persona, trattata sempre con rispetto ed escludendo qualsiasi tipo di gogna”. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr