Gb, inflazione al 9% ad aprile, massimo da 40 anni - Il Sole 24 ORE

Il Sole 24 ORE ECONOMIA

(askanews) - La Gran Bretagna si prepara a festeggiare il Giubileo di Platino della regina Elisabetta II ma intanto deve fare fronte a una inflazione da record.

L'opposizione accusa l'esecutivo di non fare abbastanza per uscire dalla crisi.

I prezzi al consumo britannici sono aumentati al ritmo più elevato da oltre 40 anni ad aprile, con un tasso annuo d'inflazione al 9%, spinto dai costi dell'energia e degli alimentari. (Il Sole 24 ORE)

Se ne è parlato anche su altri giornali

- ROMA, 18 MAG - Prezzi in volata nel Regno Unito. Ad aprile, come afferma l'istituto nazionale di statistica britannico, sono saliti del 9% contro il +7 di marzo. (Tiscali Notizie)

Pubblicità. L'indice dei prezzi al consumo comprensivo delle spese abitative dei proprietari (Cpih) in Gran Bretagna è aumentato del 7,8% nei 12 mesi fino ad aprile 2022, rispetto al 6,2% di marzo. Su base mensile, il Cpih è aumentato del 2,1% nell'aprile 2022, rispetto a un aumento dello 0,7% nell'aprile 2021 (La Sicilia)

Gli analisti della banca d'affari americana prevedono ulteriori quattro rialzi dei tassi di interesse da 25 punti basi, con il rischio che la BoE scelga di aumentare di 50 punti base ad agosto. Nello specifico, l'inflazione core è salita dello 0,7% mese su mese e del 6,2% anno su anno, in linea con le previsioni degli economisti. (Milano Finanza)

Nome Cognome Anno di nascita Sesso Provincia Professione Titolo di studio Telefono Si No Acconsento al trattamento dei dati per attività di marketing. Se vuoi aggiornamenti su Regno Unito, Aegon AM: "La tanto sbandierata crisi del costo della vita è davvero tra noi" inserisci la tua email nel box qui sotto: Iscriviti Si No Acconsento al trattamento dei dati per attività di marketing. (Finanzaonline.com)

Regno Unito: inflazione di aprile in evidenza con i nuovi risultati aggiornati. L’indice dei prezzi al consumo su base mensile ha messo a segno un +2,5% rispetto al precedente +1,1% e a previsioni di +2,6%. (Money.it)

Il dato è leggermente al di sotto delle attese degli analisti (9,1%), segna tuttavia un salto notevole rispetto al 7% di marzo. Pesano anche i rincari dei beni alimentari esacerbati dalla guerra in Ucraina, paese grande produttore di grano come la Russia. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr