Violenza sessuale aggravata, medico arrestato dai carabinieri di Turate

Violenza sessuale aggravata, medico arrestato dai carabinieri di Turate
Espansione TV INTERNO

Il medico, che lavora anche in una struttura sanitaria comasca, è in carcere in attesa dell’interrogatorio

Medico anestesista 52enne arrestato dai carabinieri di Turate con l’accusa di aver abusato di una donna, un’infermiera comasca, dopo averla narcotizzata.

Il giudice delle indagini preliminari del tribunale di Busto Arsizio ha firmato un’ordinanza di custodia cautelare in carcere con l’accusa di violenza sessuale aggravata eseguita martedì scorso in serata dai carabinieri di Turate. (Espansione TV)

Su altre fonti

Ad anticipare la notizia è stato oggi il quotidiano Il Giorno. Andrea Carlo Pizzi, responsabile dell'Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione della clinica Villa Aprica di Como, secondo le indagini, avrebbe narcotizzato e abusato della ex, residente nel Comasco, ai primi di luglio. (La Provincia di Cremona e Crema)

Dall’alto del suo grado di primario, per l’accusa, avrebbe usato dei farmaci per narcotizzare e poi approfittare e violentare un’infermiera, sua amica. Le accuse mosse da parte dell’infermiera sono quelle di violenza: il primario l‘avrebbe narcotizzata e poi avrebbe abusato di lei. (Nanopress)

A coordinare l'indagine è stata la Procura di Busto Arsizio - scrive Il Giorno - che giovedì sentirà il medico La presunta vittima ha registrato una telefonata avuta con il dottore, durante la quale l'uomo confessava di averla sedata e poi abusata in stato di incoscienza. (ilmattino.it)

Il racconto choc di un'infermiera: "Io, narcotizzata e stuprata". Medico arrestato

Pesantissime le accuse rivolte al medico anestesista dell'ospedale Villa Aprica di Como: violenza sessuale con aggravanti. Il medico è stato arrestato dai carabinieri di Turate e portato in carcere e oggi, 4 agosto, sarà sentiro dal giudice delle indagini preliminari di Busto Arsizio (QuiComo)

Un'infermiera violentata e un medico 53enne arrestato con l'accusa di averla narcotizzata e stuprata. Il medico è stato portato in carcere e oggi, 4 agosto, sarà sentito dal giudice delle indagini preliminari (Today.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr