Kazakistan, truppe straniere si ritirano

RSI.ch Informazione ESTERI

I morti negli scontri sono centinaia e i feriti migliaia, in tumulti che hanno provocato il coinvolgimento di truppe straniere.

"La missione principale delle forze di mantenimento della pace della CSTO (Collective Security Treaty Organization) si è conclusa con successo", ha detto Tokayev.

La scorsa settimana, il Kazakistan è stato colpito da violenze mai viste dalla sua indipendenza nel 1991, quando l'URSS si è sciolta. (RSI.ch Informazione)

Ne parlano anche altri media

– MOSCA, 13 GEN – Il Cremlino afferma che nel corso di una conversazione telefonica il presidente russo Vladimir Putin e il presidente kazako Kassym-Jomart Tokayev hanno discusso dell’inizio del ritiro delle truppe dell’alleanza Csto dal Kazakhstan: lo riferisce la Tass citando il servizio stampa del Cremlino (EspansioneTv)

Roma, 13 gen. (askanews) - Le forze guidate dalla Russia, che sono state dispiegate per sostenere il governo kazako di fronte agli scontri senza precedenti scoppiati per l'aumento dei prezzi del gas, partecipano a una cerimonia ad Almaty, capitale economica del Kazakistan (ed ex capitale fino al 1997), nel corso della quale hanno iniziato il loro ritiro dal paese. (Il Sole 24 ORE)

Difendendo il pronto intervento delle forze di pace della CSTO in Kazakistan, Putin ha affermato che “era necessario reagire senza indugio”. La KNB era direttamente subordinata a Nazarbayev, che fino alla scorsa settimana era il presidente del Consiglio di sicurezza (La Voce Delle Voci)

Il ritiro avverrà in maniera graduale, e impiegherà in tutto dieci giorni. La situazione è ormai «stabile» nella gran parte del paese, il livello di allerta è stato revocato nelle città (Il Manifesto)

Le autorità kazake sostengono che la protesta sia stata dirottata da elementi terroristici che cercavano di rovesciare il governo.Il ministero dell'Interno del Paese ha affermato che 17 agenti di sicurezza kazaki sono stati uccisi e oltre 1.300 sono rimasti feriti nei disordini. (Sputnik Italia)

Lo annuncia il ministero della Difesa russo da Mosca. "Le unità di soldati di pace dell''Organizzazione del Trattato di Sicurezza collettiva (Csto), avendo adempiuto ai loro compiti prefissati, hanno iniziato a preparare il materiale militare e tecnico da caricare sugli aerei dell'aeronautica russa in vista di un ritorno alla loro base permanente", si legge in una nota del ministero. (RagusaNews)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr