Riforma pensioni/ Lega preoccupata per nomina Fornero

Riforma pensioni/ Lega preoccupata per nomina Fornero
Il Sussidiario.net INTERNO

Secondo quanto riporta il sito del Giornale, il sottosegretario all’Economia Claudio Durigon spera che la Fornero non abbia un incarico legato alla riforma pensioni “perché andrebbe in controtendenza rispetto a quello che serve oggi al Paese.

RIFORMA PENSIONI/ Incontro sindacati-Orlando il 27 luglio. RIFORMA PENSIONI, LE STRATEGIE DELLE CASSE PREVIDENZIALI. Sembra esserci del movimento nei patrimoni delle casse previdenziali. (Il Sussidiario.net)

Ne parlano anche altre testate

Secondo l’immagine diffusa online, il post Facebook falso sarebbe rimasto disponibile per almeno un’ora dalla sua pubblicazione Per chi ha fretta. Il post fasullo sarebbe rimasto online almeno un’ora, ma nessun organo di stampa lo ha ripreso. (Open)

E la cosiddetta “Quota 41” è un cavallo di battaglia della Lega, che continua a insistere per consentire in qualche modo i pensionamenti dal 62esimo anno d’età Ma è già intenso il pressing su Palazzo Chigi e sul ministero dell’Economia per evitare un ritorno “integrale” alla riforma Fornero. (Impronta Unika)

No grazie, la Lega non ci sta, la signora ha già fatto troppi danni. I timori sono incentrati in misura maggiore su Quota 100, considerando soprattutto l'avvicinarsi del termine ultimo della riforma (ilGiornale.it)

Invalidità civile, boom di richieste: piano Inps per l emergenza

Mi ha detto che gli avrebbe fatto molto piacere se fossi entrata nella commissione sulla programmazione economica. Comunque sono una semplice consulente con un ruolo modestissimo, se mi chiedono dei pareri li darò” (Corriere Quotidiano)

Chi attacca Salvini, infatti, evidenzia che circa cinque anni fa il Segretario della Lega era spietato nei suoi confronti. Anzi, in mattinata la Lega e Salvini hanno espresso tutto il proprio malessere a proposito della decisione che ridà un ruolo a Fornero (Bufale.net)

In prospettiva - ma servirebbe un intervento legislativo - potrebbe essere contrastata la pratica di presentare domande a ripetizione per la stessa patologia Ma in prospettiva il fenomeno è destinato a crescere ancora, come uno dei tanti effetti del processo di invecchiamento della popolazione. (ilmessaggero.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr