L’esame del pupillo di Galli Al telefono, col prof vicino

Il Fatto Quotidiano INTERNO

Riva vincerà a scapito del più quotato Massimo Puoti

La ricercatrice: “Spero lo intercettino”. Al cellulare e con il presidente della commissione accanto.

Così si è svolta la prova orale che ha consegnato ad Agostino Riva la vittoria nel concorso pubblico per professore associato.

A presiedere il tutto, l’infettivologo dell’ospedale Sacco, Massimo Galli.

Concorsopoli - Non solo il “falso verbale” allo scritto: l’ex primario del Sacco avrebbe favorito Riva anche all’orale. (Il Fatto Quotidiano)

Su altre testate

In realtà nel pomeriggio i punteggi ancora non ci sono e Galli chiede un mano allo stesso Riva Con Riva al fianco lo dice agli altri due commissari. (Il Fatto Quotidiano)

Così, secondo la Procura di Milano, le manovre del prof. Galli, dopo il “falso verbale” sui punteggi scritti, proseguono anche durante lo svolgimento dell’orale. Così – si legge sul Fatto Quotidiano – si è svolta la prova orale che ha consegnato ad Agostino Riva la vittoria nel concorso pubblico per professore associato. (Imola Oggi)

Dai dialoghi intercettati al telefono emerge l’intervento di Galli che si è preoccupato di “suggerire” alcune domande da sottoporre ai candidati. Secondo la procura, Galli non solo avrebbe favorito il suo pupillo Agostino Riva nella prova scritta concorsuale, con il falso verbale, ma si sarebbe speso per aiutarlo anche all’orale. (ilGiornale.it)

La prova orale con Galli al telefono: giallo sul concorso

Galli a Fanpage.it: "Non sono particolarmente turbato". Galli, in un'intervista a Fanage.it, si era detto "Non sono particolarmente turbato dalla cosa" in merito all'inchiesta (Fanpage.it)

Il professor Massimo Galli, infettivologo dell’ospedale Sacco, è indagato nell’inchiesta sulla presunta concorsopoli dell’Università Statale di Milano. Dalle intercettazioni depositate dalla procura emerge che Galli avrebbe favorito il suo pupillo anche nell’esame orale. (Open)

“Mi auguro avesse telefono sotto controllo”: l’ira dei dirigenti del Sacco nei confronti di Galli Dalle intercettazioni dell’inchiesta sui concorsi pilotati, che vede tra gli indagati il professore Massimo Galli, emerge come alcuni dirigenti del dipartimento di Scienze Biomediche e cliniche del Sacco di Milano, sarebbero stati a conoscenza del modus operandi adottato dal primario di Malattie Infettive nella costruzione dei bandi profilati sui curriculum dei suoi favoriti. (Fanpage.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr