Stop auto diesel e benzina. "Mini-deroghe per i biocarburanti", con la mediazione tedesca

QUOTIDIANO NAZIONALE ECONOMIA

Il ruolo chiave, dunque, è stato svolto proprio dalla Germania, dove peraltro non sono mancate tensioni sul tema all’interno dello stesso governo.

I ministri per l’Economia e l’Ambiente, Robert Habeck e Steffi Lemke, entrambi dei Verdi, hanno espresso infatti

La proposta di compromesso tedesca piace anche all’Italia, il Paese che insieme a Slovacchia, Portogallo, Bulgaria e Romania si era espressa contro l’idea di bandire completamente le auto a combustione interna entro il 2035. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Ne parlano anche altre testate

Su richiesta di paesi tra cui Germania e Italia, l'Ue-27 ha anche convenuto di considerare un futuro via libera per l'uso di tecnologie alternative come carburanti sintetici o ibridi plug-in se capaci di raggiungere la completa eliminazione delle. (L'Unione Sarda.it)

I ministri europei dell'Ambiente riuniti a Lussemburgo hanno anche approvato una proroga di cinque anni dell'esenzione dagli obblighi di Co2 concessa ai produttori cosiddetti 'di nicchia', ovvero quelli che producono meno di 10.000 veicoli all'anno, fino alla fine del 2035. (IL GIORNO)

Nuovi standard di prestazione delle emissioni di CO2 per auto e furgoni. Stop quindi alla vendita di auto inquinanti a benzina o a metano. (greenMe.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr