Djokovic di nuovo in stato di fermo. Nadal: "L'Australian Open è più importante di qualsiasi giocatore"

Djokovic di nuovo in stato di fermo. Nadal: L'Australian Open è più importante di qualsiasi giocatore
Gazzetta di Parma ESTERI

Novak Djokovic è di nuovo in detenzione.

Lo rendono noto i suoi avvocati.

"L'Australian Open sarà un grande Australian Open con o senza di lui", ha concluso lo spagnolo

"L'Australian Open è molto più importante di qualunque giocatore".

Sono le parole di Rafa Nadal commentando la situazione di Novak Djokovic, ancora in stato di fermo in attesa che venga discusso il suo appello contro l'espulsione dall'Australia. (Gazzetta di Parma)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Le autorità australiane hanno presentato per questo una memoria davanti alla giustizia, chiedendo l'espulsione del serbo. Intanto Rafael Nadal, commentando la situazione di Djokovic, ha affermato che "l'Australian Open è molto più importante di qualunque giocatore" e che "l'Australian Open sarà un grande Australian Open con o senza di lui", ha concluso lo spagnolo (Ticinonline)

Continua a tenere banco nel mondo del tennis la vicenda inerente al numero uno al mondo Novak Djokovic. L'appello di Nole sarà ascoltato presso la Corte Federale domani mattina alle ore 09.30 (orario australiano e notte italiana) (Tennis World Italia)

Ma a completare – e a rendere il suo outfit completamente diverso dalla versione indiana – sono i capelli. Per l’occasione sfoggia un sari, abito tradizionale indiano, decisamente rivisitato e arricchito da qualche dettaglio particolare. (DireDonna)

Australian Open 2022, depositata la memoria difensiva da parte dei legali di Novak Djokovic

Sopra, in versione piuttosto diversa rispetto a quella tradizionale, Carrie indossa una camicetta (in stile choli), che lascia parte del busto scoperto. Ma a completare – e a rendere il suo outfit completamente diverso dalla versione indiana – sono i capelli. (DireDonna)

L’udienza decisiva scatterà alle ore 23.30 italiane di oggi, anche se i legali di Djokovic vorrebbero che la decisione fosse collegiale e non monocratica, ma i legali del Ministero si sono opposti. (OA Sport)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr