Toti: «Basta ideologie sugli studenti Se i contagi crescono giusto lasciarli a casa»

Corriere della Sera ECONOMIA

Per essere più chiari, lei non condivide l’opinione di chi dice che le scuole devono rimanere sempre aperte?

«Ho sempre spinto per riaprire ciò che era possibile in condizioni di sicurezza.

Tant’è che ho preso un ulteriore provvedimento su Sanremo, nonostante il Festival, per evitare che la situazione diventi pericolosa»

Ora il Cts ci ha dato parametri precisi (250 contagiati ogni 100 mila abitanti) e responsabilizza le Regioni. (Corriere della Sera)

La notizia riportata su altri giornali

A quel punto le pattuglie della Polizia di Stato si sono lanciate all’inseguimento dell’uomo. L’uomo dopo aver prelevato lo scontrino, stava per ripartire quando un agente della polizia di frontiera ha deciso di controllarlo. (IVG.it)

In merito alle proteste delle categorie economiche, il presidente Toti aggiunge: «Sono assolutamente comprensibili per l’esasperazione del momento. La salute viene prima di tutto e spero che tutte le Istituzioni siano di questo avviso assumendosi le responsabilità di scelte anche difficili» (Riviera24)

“Sulla scuola il governo Draghi – ha detto il presidente della Liguria Giovanni Toti al Corriere della Sera – per il momento ha fatto il cambio di passo più visibile. Ogni presidente della Regione ormai dice la sua sui contagi nella scuola E decide secondo le proprie criticità se chiudere o meno gli istituti. (Oggi Scuola)

Prendendo i dati dell’ultima settimana la Liguria ha totalizzato 2.333 nuovi contagi che equivalgono a un’incidenza di 153 casi ogni 100mila abitanti (la soglia prevista dal Dpcm è 250). Guardando alla sola provincia di Genova, risultano 1.041 casi in una settimana, cioè 126 ogni 100mila abitanti. (Genova24.it)

I nuovi casi, per provincia e asl di provenienza, sono così suddivisi: 116 sono in provincia di Genova (96 in Asl 3 e 20 in Asl 4), 108 nell’imperiese, 48 nel savonese e 94 nello spezzino. Il numero dei tamponi antigenici registrati oggi è pari a 2725. (IVG.it)

Sulle altre province questi vaccini in più riguarderanno l’Università di Genova, le forze dell’ordine e il personale indispensabile dello Stato. Dall’ufficio stampa della Regione Liguria riceviamo e pubblichiamo. (Levante News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr