Vergogna a Soverato, calci alla giovane nigeriana che chiede di essere pagata, il video è virale

Vergogna a Soverato, calci alla giovane nigeriana che chiede di essere pagata, il video è virale
Secolo d'Italia INTERNO

Ferma condanna di Fipe-Confcommercio. Il video è diventato virale è ha suscitato indignazione

La donna, assunta come lavapiatti dal gestore di un lido, ha raccontato ai militari di essere stata aggredita e insultata dall’uomo.

Come ricostruisce l’Adnkronos, le immagini dell’aggressione, riprese da un telefonino, sono state postate nella pagina Facebook “Il pagamento?

Una giovane nigeriana chiede di essere pagata per il suo lavoro di lavapiatti in un ristorante di Soverato Marina, nel Catanzarese, e viene presa a calci. (Secolo d'Italia)

Su altri giornali

A sottolinearlo è l'avvocato Filomena Pedullà, legale della ragazza. Da cinque anni in Italia, Beauty, con la propria bambina, vive in un comune del litorale ionico catanzarese non distante da Soverato. (ilmessaggero.it)

- CATANZARO, 04 AGO - La Procura della Repubblica di Catanzaro ha aperto un'inchiesta sulla vicenda di Beauty, la lavoratrice di 25 anni, di origini nigeriane, aggredita dal suo datore di lavoro, titolare di un lido-ristorante di Soverato in provincia di Catanzaro, perché aveva chiesto di essere pagata. (Alto Adige)

- CATANZARO, 04 AGO - La Procura della Repubblica di Catanzaro ha aperto un'inchiesta sulla vicenda di Beauty, la lavoratrice di 25 anni, di origini nigeriane, aggredita dal suo datore di lavoro, titolare di un lido-ristorante di Soverato in provincia di Catanzaro, perché aveva chiesto di essere pagata. (Gazzetta di Parma)

Ragazza aggredita a Soverato per aver chiesto lo stipendio

Vuole essere pagata, riceve pugni e schiaffi: il coraggio di Beauty David che filma tutto e denuncia. La ragazza aveva lavorato per una settimana. Condanne unanimi dalla politica. Grazia Longo (La Stampa)

A darne notizia è il legale della ragazza, Filomena Pedullà. Indagini per lesioni e minacce. (leggo.it)

Diritti calpestati. L'episodio ha le reazioni sdegnate nei confronti del datore di lavoro e di solidarietà nei confronti della lavoratrice Soverato, lavoratrice malmenata e mandata in ospedale per aver chiesto lo stipendio. (la Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr