Franco Battiato, la sua lapide scatena la bufera: il surreale motivo

Franco Battiato, la sua lapide scatena la bufera: il surreale motivo
Altranotizia CULTURA E SPETTACOLO

Franco Battiato ha lasciato un vuoto incolmabile nel panorama della canzone d’autore italiana.

Lo ricordano gli amici e gli abitanti di Milo, che conservano il ricordo più bello e più profondo: il Franco Battiato uomo.

E a proposito del grande artista siciliano, da qualche giorno si è scatenata una furibonda polemica riguardante la sua lapide.

Sulla lapide infatti compare l’iscrizione Battiato Francesco, ovvero il nome con il quale l’artista è stato regolarmente registrato all’Ufficio anagrafe. (Altranotizia)

La notizia riportata su altri giornali

Premesso che la famiglia di Battiato meriti il più assoluto rispetto, premesso che non sta a noi decidere, premesso che ci sono cose di gran lunga più importanti e che una discussione del genere non possa minimamente intaccare la memoria e il senso della vita di un gigante dell’arte della musica, per una volta mi era sembrato di cogliere nell’appello di Morgan non solo qualcosa di sensato, ma anche soprattutto un’invocazione d’amore, un’idea nata esclusivamante nel rispetto e nell’ammirazione per una delle più sensazionali avventure della nostra canzone (La Repubblica)

Ti giuro che a me Robert Jones non dice niente come nome. «Morgan chiede, per il rispetto che gli è dovuto, la modifica alla lapide di Battiato, dove, invece che portare inciso il nome che tutti associano alla sua riconosciuta popolare grandezza, si legge “Battiato Francesco”», si legge in un lungo posto pubblicato da Castoldi. (Corriere della Sera)

Questa volta, però, Morgan ha sottolineato quella che per lui è una vera mancanza di rispetto nei confronti di uno degli artisti più importanti del panorama nazionale: Franco Battiato. Morgan è tornato a sfogarsi su Instagram e lo ha fatto sollevando una nuova polemica. (Più Sani Più Belli)

“Conoscete Robert Jones? Onestamente no”: Morgan e la polemica sulla lapide del Maestro

-ti giuro che a me Robert Jones non dice niente come nome. All’anagrafe David Robert Jones, ma per la storia dell’arte David Bowie”. (L'HuffPost)

Sono giorni turbolenti per Morgan, che dopo aver documentato il rogo della Torre dei Moro a Milano, ha innescato una nuova polemica derivante dal nome riportato sulla lapide del compianto Franco Battiato (SentireAscoltare)

LEGGI ANCHE => Quando Baudo cercò di imbarazzare Battiato nel 1980: le eleganti risposte del Maestro. All’anagrafe David Robert Jones, ma per la storia dell’arte David Bowie”. (Periodico Italiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr