Pd-Azione, obiettivo 37% per pareggiare al Senato

Pd-Azione, obiettivo 37% per pareggiare al Senato
ilmattino.it INTERNO

La base di partenza sono i 16 collegi (12 alla Camera e 4 al Senato) portati “in dote” da Calenda.

E cioè ad imporre il Partito democratico come prima formazione politica a discapito di Fratelli d’Italia e, soprattutto, ad impedire che il centrodestra ottenga la maggioranza assoluta sia a Montecitorio che a palazzo Madama.

Per il Senato quindi occhi puntati quindi sull’intera Sardegna, il V Municipio di Roma, le circoscrizioni campane più piccole (Salerno, Acerra e Torre del Greco), Rossano in Calabria e Potenza in Basilicata, e poi Palermo-Settecannoli

A coalizioni (quasi) definite, è Carlo Calenda a lanciare ufficialmente la campagna elettorale del fronte di centrosinistra. (ilmattino.it)

Su altre testate

Però la decisione di Carlo Calenda di legarsi al PD (più tutto il resto) in un accordo politico-elettorale non è solo figlia del calcolo di opportunità del fondatore di Azione e dei suoi compagni di avventura di +Europa. (L'HuffPost)

Toglierebbe voti ai progressisti, questo terzo polo? E invece ora, almeno stando alle sue ultime dichiarazioni, «battere le destre» è diventato il principale obiettivo, perché esse sarebbero a suo dire pericolose, ci isolerebbero dall'Europa. (ilGiornale.it)

02 agosto 2022 a. a. a. “Quando il suo stomaco avrà finalmente smaltito i cigni del famoso laghetto, si scoprirà che Calenda non fa capoluogo: è solo lento a digerire”. Dato per morto da tutti, sfondò per la prima volta quota 10% (cioè il 30% al Nord: nel resto d'Italia la Lega non esisteva)”. (Liberoquotidiano.it)

Calenda, più difficile distinguersi da Letta

Senza il patto con Azione di Carlo Calenda e +Europa di Emma Bonino, il centrosinistra perderebbe di certo altri 16 collegi nell'uninominale, consentendo così allo schieramento avversario di Meloni-Salvini e Berlusconi di superare i 120 seggi al Senato e i 250 alla Camera, praticamente di arrivare a un passo da quella maggioranza dei due terzi, che serve per cambiare la Costituzione senza colpo ferire (la Repubblica)

Sono ore frenetiche in vista di questa decisione che potrebbe avere effetti molto importanti sull’esito del voto, visto il funzionamento del Rosatellum. Azione/+Europa correrà in alleanza con il Partito democratico oppure no? (la Repubblica)

Perfino Calenda potrebbe trarne vantaggi, specie alla fine della campagna elettorale Adesso gli riesce difficile distinguersi da Letta ma, ed è il peggio per lui, dalla sinistra collegata col Pd. (Italia Oggi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr