Spalletti: “Addio Mertens? Io non c’entro. Raspadori potrebbe darci una mano”

Spalletti: “Addio Mertens? Io non c’entro. Raspadori potrebbe darci una mano”
CalcioNapoli1926.it SPORT

L'intervista di Luciano Spalletti a Il Corriere della Sera. Sara Ghezzi. Luciano Spalletti sta vivendo un periodo particolare della sua avventura a Napoli.

Il tentativo è stato fatto dalla mia società poi devi fermarti quando ci sono gli steccati

Cosa hanno in comune Spalletti e Napoli?

Sono stato il primo a coltivare l’ambizione di vincere, ho alzato l’asticella nel mio spogliatoio per accrescere l’autostima dei calciatori. (CalcioNapoli1926.it)

La notizia riportata su altri media

Mi dispiace per la separazione di Totti e Ilary. Per incontrarci a volte sono necessari compromessi caratteriali: a volte abbozzo io, altro volte lo fa lui (IlNapolista)

Il Napoli ha perso Mertens.io so che c'è stata una discussione tra Spalletti e il belga, dopo le dichiarazioni sul fatto che si potesse fare di più per lo scudetto utti scrivono che l'Inter è la più grande candidata al titolo, ma ha perso Perisic e Sanchez che ti ha fatto vincere la Supercoppa. (CalcioNapoli24)

"Chiariamo: non sono stato io, non è stato il club a non volerlo con noi. Per incontrarci a volte sono necessari compromessi caratteriali: a volte abbozzo io, altro volte lo fa lui (Tutto Napoli)

Spalletti: "Mertens? Non sono stato io, non è stato il Napoli a non volerlo con noi! Osimhen può essere leader, su Raspadori e Dybala..."

Di seguito le sue parole: A sua detta, tra le indiziate ci sarebbe anche la Fiorentina. (Viola News)

Per me però al momento ci sono sei squadre, più preparate, che possono giocarsela per lo scudetto: queste sono Inter, Milan, Juventus, Roma, Lazio e Fiorentina“ (Calciomercato.com)

Sarebbe il sostituto naturale di Mertens». Spalletti su Mertens. A quel punto perché non è rimasto il belga così amato dai napoletani? Il tentativo è stato fatto dalla mia società, poi devi fermarti quando ci sono gli steccati. (CalcioNapoli24)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr