Fisco: arrivano gli avvisi “bonari” delle Entrate. Termini ed errori da evitare

iLoveTrading ECONOMIA

Questo è importante da capire perché il fisco come di consueto esamina analiticamente anno per anno la situazione dei contribuenti italiani.

La prima è quella di accettare i rilievi dell’agenzia delle entrate e mettersi in regola con il ravvedimento operoso.

Stanno arrivando a tanti italiani i cosiddetti avvisi bonari dell’Agenzia delle Entrate.

Il ravvedimento operoso implica che il contribuente paghi il dovuto in tempi brevi ma con un aggravio minimo dal punto di vista economico

Si tratta di uno strumento che le entrate amano molto e che stanno molto utilizzando nell’ultimo periodo. (iLoveTrading)

Se ne è parlato anche su altre testate

E poi sempre l’Agenzia, ha anche il diritto di usare gli avvisi bonari, ovvero dei messaggi al contribuente atti ad informarlo che le irregolarità rilevate, valgono una sanzione Come avviene l’invio da parte dell’Agenzia delle Entrate, degli avvisi bonari e cosa significa riceverne uno: tutto ciò che serve. (ContoCorrenteOnline.it)

Agenzia delle Entrate avvisi bonari, aumentano le lettere. Stando agli obiettivi che sono stati fissati dal Pnrr, infatti, gli Agenzia delle Entrate avvisi bonari sono attesi in aumento. (InvestireOggi.it)

I nuovi paletti. Dunque se ciò che postiamo sui social non sembrerà in linea con ciò che comunichiamo nella dichiarazione dei redditi ciò potrà essere usato contro di noi. Tuttavia se il contribuente ritiene che la sua dichiarazione dei redditi sia corretta, potrà ribattere al fisco facendo valere le sue ragioni. (iLoveTrading)

Inoltre, non opera in caso di accertamenti definitivi, anche in seguito a giudicato, nonché in caso di recupero di somme derivanti da decadenza dalla rateazione Agenzia delle Entrate: ecco quando l’avviso non è valido. (Consumatore.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr