Tesla, 25 miliardi di dollari l’anno grazie all'apertura della rete di ricarica

La Repubblica ECONOMIA

Gli stessi analisti dell’azienda di Palo Alto avevano ipotizzato che da questa operazione si sarebbe poturo ricavare un business rilevante, cifra che gli specialisti della banca d’affari Golden Sachs hanno poi provveduto a quantificare.

Una decisione dovuta alla possibilità, in caso di rete aperta a tutti i veicoli elettrici, che permetterebbe alla casa californiana di beneficiare dei cospicui benefici economici concessi dall’amministrazione tedesca per l’installazione di nuove strutture di ricarica sul territorio. (La Repubblica)

La notizia riportata su altri giornali

La produzione di Tesla Cybertruck resta un mistero. Anche Elon Musk ha confermato: “Affinché Cybertruck e Semi raggiungano un volume significativo per le consegne ai clienti, dobbiamo risolvere la carenza di chip con i nostri fornitori” (FormulaPassion.it)

Presentato nel 2017, dopo diversi anni di ritardo la Tesla finalmente si prepara a produrre in serie il tanto atteso camion elettrico Semi. Emiliano Ragoni @EmilianoRagoni. Dopo diversi anni di ritardo rispetto alla tabella di marcia, il Tesla Semi, il primo camion elettrico della casa americana, si appresta a essere prodotto in serie entro la fine dell’anno. (La Gazzetta dello Sport)

Anche Elon Musk ha confermato: “Affinché Cybertruck e Semi raggiungano un volume significativo per le consegne ai clienti, dobbiamo risolvere la carenza di chip con i nostri fornitori” Secondo quanto riportato da Carscoops, diversi funzionari del marchio statunitense avrebbero confermato che il nuovo Cybertruck subirà ulteriori ritardi, senza però specificare quali saranno le nuove tempistiche. (FormulaPassion.it)

Una cosa è certa: la Tesla Model S Plaid ha uno scatto pazzesco e in accelerazione frantuma le molecole dell’asfalto. Le auto elettriche sono poco entusiasmanti su molti fronti, ma hanno un’accelerazione spaventosa, come conferma il nuovo record mondiale conquistato da una Tesla Model S Plaid sul quarto di miglio con partenza da fermo. (Autoblog)

La Gigafactory Tesla di Berlino parte, o meglio la produzione delle Model Y finalmente si avvierà. Staremo a vedere e anche a invidiare, dal punto di vita induistriale, questo nuovo colosso dell'auto che sbarca in Europa per "produrci" negli anni Venti mezzo milione di auto elettriche (Model Y e Model 3) ogni anno (Automoto.it)

Ma perché una così netta differenza tra il prezzo proposto da Tesla e quello “risolutivo” del web? È infatti su internet che Donald ha trovato i migliori consigli sul da farsi, con un video su YouTube che gli ha proposto una soluzione economicamente vantaggiosa rispetto a quanto richiesto del centro di riparazione ufficiale Tesla. (Virgilio Motori)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr