Incidente sui vaccini, 15 milioni di dosi Johnson&Johnson mischiate per errore con AstraZeneca: lotto dis

Incidente sui vaccini, 15 milioni di dosi Johnson&Johnson mischiate per errore con AstraZeneca: lotto dis
Giornale di Sicilia INTERNO

Nessuna delle dosi ha mai lasciato la pianta e il lotto è stato messo in quarantena.

La fonte dell'emittente non ha specificato il nuovo laboratorio in cui verrà prodotto adesso il vaccino del colosso anglo-svedese

Il governo americano ha ordinato alla AstraZeneca di interrompere la produzione del suo vaccino anti Covid nei laboratori della Emergent BioSolutions di Baltimora, dove il mese scorso a causa di "un errore umano" sono risultate inutilizzabili fino a 15 milioni di dosi del siero Johnson & Johnson (Giornale di Sicilia)

Ne parlano anche altri giornali

AstraZeneca ha consegnato appena un quarto - 4 milioni - delle dosi promesse, 16 milioni. Roma - Alle 16 di oggi, 6 aprile, le dosi di vaccini anti Covid somministrate a livello nazionale ammontano a 11 milioni 344.180. (IL GIORNO)

“Non riusciamo a spiegare questo deficit di popolarità di Moderna. Forse perché finora è stato meno utilizzato in Francia ed è quindi meno noto”, ha dichiarato a Le Parisien Katy Bontinck, assessore alla Sanità della Seine-Saint-Denis, il dipartimento dello Stade de France. (L'HuffPost)

Queste percentuali suggeriscono che si sia deciso di utilizzare Pfizer o Moderna soprattutto per gli over 80 ​Troppe regioni vaccinano ancora poco gli anziani. I dati in breve:. • Poco più di un over 80 su due in Italia ha ricevuto la prima dose di vaccino. (Pagella Politica)

Amati: “Vaccinare Senza Perdere Tempo. Subito E Senza Prenotazione Le 150mila Dosi AstraZeneca Per 79-70enni”

AstraZeneca ha fatto sapere che delle 340mila dosi di vaccino anti Covid previste per il 14 aprile ne arriveranno la metà ovvero 175mila mentre le altre saranno consegnate il 16 e il 23 aprile, quando sono previste le successive consegne. (Adnkronos)

“Spero che l’iniziativa vaccinale del fine settimana di Pasqua abbia convinto l’Assessorato alla sanità che bisogna lavorare senza sosta nella campagna vaccinale, senza perdere tempo in burocrazia e senza nascondere il numero delle dosi disponibili. (Corriere Salentino)

Dopo il primo allarme di metà marzo sono stati registrati nuovi casi e il legame con AstraZeneca è diventato più chiaro. In Francia il vaccino è somministrato solo a chi ha più di 55 anni, in Germania a chi ha più di 60 anni. (Messaggero Veneto)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr