"Se arrivano i vaccini in due mesi possiamo chiudere la partita delle vaccinazioni in Veneto"

Se arrivano i vaccini in due mesi possiamo chiudere la partita delle vaccinazioni in Veneto
RovigoInDiretta.it INTERNO

Lo ha sottolineato il presidente della Regione Luca Zaia spiegando che "con i medici di base e le farmacie che vaccinano possiamo arrivare a 70-80mila vaccinazioni al giorno".

Purtroppo però "anche l'latro ieri abbiamo perso 10mila vaccinazioni rispetto al giorno precedente, che era stato di 37mila perché non avevamo vaccini - ha spiegato il governatore - spero che si torni alla normalità cosicché da poter accelerare il processo di vaccinazione". (RovigoInDiretta.it)

La notizia riportata su altri media

Zona arancione per Veneto, Marche e Provincia autonoma di Trento dal 6 aprile. Il ministro della Salute Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della cabina di regia, firmerà in giornata nuove ordinanze che andranno in vigore dopo i tre giorni di area rossa nazionale previsti per il 3, 4 e 5 aprile. (LiberoReporter)

È quanto si apprende da fonti del Ministero della Salute A partire da martedì 6 Aprile le regioni Marche e Veneto e la Provincia Autonoma di Trento passano in area Arancione. (Marche Notizie)

Ma se scenario da 2 passasse a 3 con incidenza sotto i 250. Preoccupano in molte Regioni le strutture sanitarie, soprattutto l'alto numero delle terapie intensive .DaVeneto, Marche e Trento in arancione " A partire da6 aprile le regioni Marche e (Zazoom Blog)

Coronavirus in Veneto, ancora in calo gli attualmente positivi

5) registrazione e consegna del certificato di avvenuta vaccinazione firmato da operatore sanitario abilitato. Queste, caro Presidente Zaia, sono le regole della sanità, non le hanno scritte solo i medici ed hanno basi scientifiche e legali consolidate. (Daily Verona Network)

In zona arancione torna però possibile lo svolgimento di attività sportiva nei centri sportivi Di fatto, per farla breve, le regole della zona arancione in vigore in Veneto dalla prossima settimana saranno pressoché le stesse già note dallo scorso 2 marzo. (VeronaSera)

Negli ospedali berici, invece, situazione sostanzialmente stabile rispetto ai giorni scorsi, con 286 ricoverati, 33 dei quali in terapia intensiva I nuovi contagi, nelle ultime ore, sono stati 650 mentre nel corso della notte sono decedute altre 32 persone a causa del virus. (VicenzaToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr