Vaccini, Fda: Nessuna correlazione tra J&J e trombosi

LaPresse SALUTE

(LaPresse) – La Food and Drug Administration “non ha trovato una relazione causale” tra la vaccinazione con il siero Johnson & Johnson e casi di trombosi.

Milano, 10 apr.

Lo riporta Reuters sul suo sito citando una comunicazione dell’ente regolatore per i farmaci negli States inviata via mail.

Secondo la nota, la “Fda è a conoscenza dei casi di persone con gravi coaguli di sangue – a volte collegati a bassi livelli di piastrine nel sangue – dopo la somministrazione di J&J” e ha sottolineato “che queste condizioni possono avere molte cause diverse”, precisando che continuerà a investigare

(LaPresse)

Su altri giornali

Alla donna era stata somministrata la seconda dose del vaccino Pfizer da qualche giorno. E' invece atteso per domani l'esame autoptico su Francesca Tuscano, la docente di 32 anni morta per emorragia cerebrale la mattina di Pasqua (Primocanale)

Milano, 9 apr. L’azienda ha domandato alla Food and drug administration di modificare l’autorizzazione all’uso di emergenza che la Fda ha originariamente concesso alla fine dell’anno scorso per le persone dai 16 anni in su. (LaPresse)

La Regione Lazio garantisce la possibilità di sottoporsi all’immunizzazione con Astrazeneca per tutte le fasce d’età “sbloccate”. Abbiamo chiesto che delle 48 dosi riconosciute ogni giorni ce ne venga assegnato il doppio così da ampliare l’offerta”. (ilmessaggero.it)

Aifa "In arrivo 17 milioni di dosi Pfizer e 7-10 milioni J&J" Dosi sufficienti per arrivare alla copertura prevista di 500mila vaccinati al giorno. "Nel secondo trimestre avremo in arrivo 17 milioni di dosi Pfizer, e Johnson&Johnson verso fine aprile per altri 7-10 milioni, Moderna arriverà in una dose più bassa. (Ottopagine)

Leggi anche AstraZeneca in Italia, seconda dose con stesso vaccino. (Adnkronos)

La donna di 75 anni che muore dopo la seconda dose del vaccino Pfizer. Per questo la procura farà eseguire l’autopsia. Una anziana ultravulnerabile di 75 anni è morta sabato scorso all’ospedale San Martino di Genova dove era arrivata in gravi condizioni. (LA NOTIZIA)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr