Libia, Draghi a Tripoli: il presidente del Consiglio vede il premier Dabaiba

Libia, Draghi a Tripoli: il presidente del Consiglio vede il premier Dabaiba
LaPresse INTERNO

Ad accompagnare il capo del governo c’è il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio.

Il premier è a colloquio con il primo ministro del Governo di unità nazionale Abdulhamid Dabaiba.

Il premier in visita nel paese nordafricano. Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, è giunto a Tripoli, in Libia, per la sua prima visita ufficiale all’estero.

La giornata di Draghi a Tripoli proseguirà al Palazzo storico, per un vertice con il presidente del Consiglio Presidenziale, Mohamed Younis Ahmed al-Menfi

(LaPresse)

Ne parlano anche altre fonti

Nel menù di Draghi ci sono diverse materie, servite nell’immancabile salsa di “green”: gas, petrolio, appalti (Il Manifesto)

L’Eni è molto importante nella collaborazione con la Libia per elettricità ed energia. La Libia auspica di sfruttare i suoi investimenti in Italia e risolvere tutti i problemi sospesi in questo settore per andare avanti nello sviluppo delle relazioni tra i due paesi”. (LaPresse)

Bisogna dar conto e credito al coraggio dei diplomatici che sono rimasti” “Il governo da lei presieduto di unità nazionale è stato riconosciuto e legittimato dal parlamento sta procedendo alla riconciliazione nazionale – osserva – è un momento unico per ricostruire un antica amicizia e una vicinanza mai interrotta. (LaPresse)

Libia, Dabaiba: Riattivare accordo amicizia 2008-2-

Michel ha condiviso alcune proposte concrete su come il sostegno Ue può accompagnare il governo e il popolo in questa transizione. Questa visita sarà seguita nei prossimi giorni dalle visite di altri leader europei e dà il senso forte dell'importanza delle relazioni tra la Ue e la Libia. (la Repubblica)

(LaPresse) – “Auspichiamo una riunione veloce della commissione economica congiunta e ho concordato con il presidente Draghi di tenerla il prima possibile”. Roma, 6 apr. (LaPresse)

(LaPresse) – “Per rafforzare lo scambio economico e commerciale tra i due Paesi si auspica di poter riaprire lo spazio aereo libico, riattivare l’accordo delle dogane oltre a facilitare le procedure dei visti a favore dei libici aumentando il numero di quelli rilasciati specialmente a studenti, uomini d’affari, malati, oltre a facilitare le procedure della comunità libica in Italia anche per quanto riguarda banche e residenza. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr