Bonus Bebè, ora la Corte boccia il permesso di soggiorno come requisito

Bonus Bebè, ora la Corte boccia il permesso di soggiorno come requisito
ilGiornale.it INTERNO

Le motivazioni della decisione comunicata nel corso della mattinata odierna verranno rese note nel corso delle prossime settimane.

Le persone di origine straniera non avranno dunque più necessità di possedere il permesso di lungo soggiorno per poter usufruire tanto del bonus bebè quanto dell'assegno di maternità

La Corte Costituzionale ha definito come incostituzionale il requisito del permesso di lungo soggiorno legato alle persone di origine straniera per accedere al bonus bebè. (ilGiornale.it)

La notizia riportata su altri giornali

Lo ha deciso la Consulta, riunita in camera di consiglio, che – dice una nota di oggi – ha esaminato le questioni sollevate dalla Corte di cassazione sulla disciplina dei due assegni, quello bebè e quello di maternità. (Open)

La decisione. La Corte ha riesaminato le questioni sollevate a sua volta dalla Cassazione sulle discipline del bonus bebè (art. 151/2001) anche agli stranieri con permesso di soggiorno per lavoro o ricerca di durata superiore a sei mesi. (Pensioni Oggi)

Per accedere a sostegni e indennità basta un permesso di soggiorno superiore a sei mei. Altrimenti si violerebbe il principio contenuto nella direttiva 2011/98 di parità di trattamento tra cittadini europei e cittadini di Paesi terzi, quanto alle prestazioni familiari e di maternità (Corriere della Sera)

Bonus bebè, chiedere il permesso di soggiorno agli stranieri come requisito è incostituzionale

Una condizione posta dalla legge 190 del 2014 sul bonus bebè e dal decreto legislativo 151 del 2001 sull'assegno di maternità, e prevista anche dalla recente normativa per l'assegno unico universale per i figli,che da marzo di quest'anno assorbirà le varie misure per le famiglie con i figli a carico, a partire dal bonus bebè. (IL GIORNO)

Con una pronuncia unanime del 14 dicembre 2021, la Corte Europea dei Diritti Umani (CEDU) [1] ha stabilito nuovamente che il governo russo ha violato il diritto alla libertà di religione e di espressione degli Scientologist come garantito dalla Convenzione Europea per la Protezione dei Diritti dell’Uomo e delle Libertà Fondamentali. (Sardegna Reporter)

È incostituzionale il requisito del permesso di lungo soggiorno chiesto agli stranieri extracomunitari per accedere al bonus bebè e all’assegno di maternità. La Consulta ha ritenuto che le disposizioni censurate siano in contrasto con gli articoli 3 e 31 della Costituzione e con l’articolo 34 della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr