Cnr:”Fino ad ora, il 2022 è l’anno più caldo di sempre

Cnr:”Fino ad ora, il 2022 è l’anno più caldo di sempre
Per saperne di più:
Il Fatto Quotidiano INTERNO

Un maggio più caldo rispetto a quello di quest’anno si registrò solo nel 2003, lo stesso vale per il mese di giugno, mentre il luglio più caldo di sempre risale al 2015.

I dati pubblicati ogni mese dall’Istituto di scienze dell’atmosfera e del clima del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr) sono eclatanti.

E dopo un’estate rovente quasi completamente priva di precipitazioni, secondo le previsioni, arriverà un autunno caratterizzato da eventi atmosferici di eccezionale intensità

Secondo l’Istituto, infatti, il 2022 avrebbe registrato il record di siccità con un vero e proprio dimezzamento delle precipitazioni registrato da inizio anno a fine luglio rispetto agli accumuli medi sul trentennio 1991-2020. (Il Fatto Quotidiano)

Su altre testate

Michele Brunetti dell’Isac-Cnr ha detto all’Ansa che “se il 2022 finisse adesso sarebbe l’anno più caldo di sempre”. Ciò vuol dire che i sei anni con le temperature più elevate di sempre si sono verificati tutti negli ultimi otto anni. (Wired Italia)

Ora è ufficiale: il 2022 è fino ad ora l’anno più caldo mai registrato. La media rispetto al periodo è tremendamente più alta del solito e questo potrebbe portare ad un triste record – potenzialmente superabile anno dopo anno. (Virgilio Notizie)

Secondo la Coldiretti, siamo di fronte ad un impatto devastante della siccità e delle alte temperature, che arrecano danni all'agricoltura per circa 6 miliardi di euro, pari al 10% della produzione nazionale. (La Sicilia)

Clima, Cnr: Il 2022 anno più caldo di sempre, rischio tempeste eccezionali in autunno

A luglio temperature ancora sopra la media di ben 2,26 gradi. Michele Brunetti, in una recente intervista, ha espressamente dichiarato che qualora dovesse concludersi adesso il 2022 sarebbe dunque l’anno più caldo di tutti i tempi. (Nanopress)

“L’agricoltura – conclude Prandini – è infatti l’attività economica che più di tutte le altre vive quotidianamente le conseguenze dei cambiamenti climatici ma è anche il settore più impegnato per contrastarli” La mancanza di acqua manda in crisi un sistema fondamentale per l’agricoltura e l’allevamento in montagna mettendo a rischio produzioni tipiche, dai formaggi ai salumi. (Adnkronos)

Basti pensare che in Italia, dagli anni 80 ad oggi la temperatura è cresciuta in media di 0,45 gradi ogni dieci anni Domani la nuova ondata di afa raggiungerà il suo culmine con temperature superiori ai 35 gradi e punte di 40. (LAPRESSE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr