Piano energetico regionale, iter più veloci per le imprese e spazio al fotovoltaico

La Sicilia ECONOMIA

Rimangono fuori da questo schema le aree di eccellenza dei prodotti agricoli e quelle che si distinguono particolarmente in termini di biodiversità.

Per tracciare la mappa alla fine occorrerà capire ancora molto, ma la linea degli indirizzi appare ampiamente tracciata.

Per quanto riguarda la manifestazione di interesse sulla costruzione di due termovalorizzatori la Regione sta dialogando con 5 imprese che hanno posto alcune domande chiedendo chiarimenti all’ente

Un modo per smuovere le acque e interloquire da parte della Regione con il sistema produttivo, ma anche con quello della ricerca scientifica. (La Sicilia)

Se ne è parlato anche su altri giornali

60/E del 2020 il predetto limite di spesa di 48.000 euro deve essere distintamente riferito agli interventi di installazione degli impianti solari fotovoltaici e dei sistemi di accumulo integrati nei predetti impianti. (Ipsoa)

Mangiati in quindici anni in Puglia 157.718 ettari di suolo, uno dei dati più negativi d’Italia. I nuovi impianti fotovoltaici installati a terra hanno assorbito il 37% del suolo consumato in Puglia in un solo anno, tra il 2019 e il 2020. (BitontoLive)

Corsico (22 luglio 2021) – Consegnati in mattinata dal sindaco Stefano Ventura e dall’assessore. alla polizia locale Stefano Salcuni i nastrini e gli attestati di Regione Lombardia agli operatori del. comando corsichese che hanno prestato servizio, durante il picco dell’emergenza Covid19. (MI-LORENTEGGIO.COM.)

Impianti che dovranno essere realizzati. Riguardo al fatto che ci sia una parte del rifiuto che possa prendere la strada del termovalorizzatore la soluzione è quella di san Vittore dove esiste già un termovalorizzatore accendere li la quarta linea potrebbe essere una soluzione”. (LaPresse)

La delibera approvata in Giunta ed ora anche in Consiglio Comunale si è resa necessaria per equiparare le misure di aiuto alle attività della Zona Portuale della Darsena, afferente al demanio regionale, alle altre presenti in città, in difficoltà per gli effetti dell’emergenza sanitaria e delle conseguenti chiusure forzate (MI-LORENTEGGIO.COM.)

Tra le novità introdotte la possibilità di accogliere nei cimiteri milanesi i cittadini non residenti e l’accesso alle tombe di famiglia anche a defunti non legati da vincoli di parentela con il concessionario. (MI-LORENTEGGIO.COM.)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr