Cerca su internet un sicario per sfregiare la sua ex: arrestato lombardo a Roma

IL GIORNO INTERNO

Gli investigatori della Polizia postale, con il fondamentale contributo della cooperazione di Europol, che ha effettuato l'analisi delle transazioni finanziarie, hanno identificato il responsabile dell'agghiacciante richiesta.

L'intermediario metteva in contatto il committente con un uomo, che si impegnava a portare a compimento l'incarico in breve tempo.

Ma l'indagine, diretta dalla procura di Roma, ha consentito di identificare la vittima e portare alla luce, in brevissimo tempo, l'intera vicenda. (IL GIORNO)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Potrebbe infatti aver trasferito nel tempo parte dei fondi utilizzati per il pagamento del sicario proprio convertendo valuta a suo nome attraverso uno dei numerosi servizi di cambio online che ne hanno registrato l’identità. (Rai News)

La Polizia ha fermato un quarantenne lombardo prima che potesse agire - Ansa /CorriereTv. Un quarantenne lombardo, funzionario di una grande azienda ed esperto informatico, è stato messo agli arresti domiciliari con una misura cautelare dopo che la Polizia ha rinvenuto sul Dark web conversazioni e pagamenti con un sicario. (Corriere TV)

Aveva deciso di commissionare a un sicario un lavoro di violenza e la vittima designata era la sua ex fidanzata. Il piano era stato spiegato e incaricato via web addirittura nel pagamento con una prima tranche versata in bitcoin. (Vesuvius.it)

La conferma della possibilità di muoversi tra le pieghe del web più profondo arriva dall’arresto di un manager di 38 anni, milanese, residente tra Milano e Roma che voleva punire la sua ex compagna, una manager romana di 30 anni Che altro non è se non il mare magnum oscuro del crimine in cui muoversi per trovare l’hitman disposto a compiere reati tremendi come sfregiare con l’acido il volto di un’ex fidanzata e spezzarle la spina dorsale fino a ridurla in carrozzina. (La Stampa)

Nel frattempo il quarantenne inviava fiori e messaggi insistenti alla donna. cronaca. di Redazione Online. Aveva ingaggiato un sicario sul dark web, affinché l’ex fidanzata fosse sfregiata con l’acido e costretta su una sedia a rotelle. (TG La7)

Pochi anni fa il New York Times aveva condotto una minuziosa indagine sul fantomatico mercato dei sicari del Dark Web. Voleva punire la sua ex ragazza e per farlo ha pensato di assoldare un sicario sul Dark Web, la parte nascosta di internet a cui si accede con il browser Tor. (Lega Nerd)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr