Cagliari, accusato di violenza sessuale su una bimba assolto dopo 4 anni: "È finito un incubo"

Cagliari, accusato di violenza sessuale su una bimba assolto dopo 4 anni: È finito un incubo
Casteddu Online INTERNO

L’assoluzione è arrivata dopo quasi quattro anni: “Formula piena per non aver commesso il fatto”.

Ma lui, quel giorno del 2017, non era in via Roma a Cagliari ma davanti al suo pc di casa, a Capoterra, come è stato stabilito da una consulenza tecnica di un perito informatico

A ottobre 2019 il rinvio a giudizio da parte del gup Lucia Perra dopo le indagini condotte dalla pm Nicoletta Mari.

Le accuse nei confronti dell’uomo erano pesantissime: “Violenza sessuale con l’aggravante dell’età inferiore ai 10 anni”. (Casteddu Online)

Su altri media

Indagini in corso. Serie A, scattano le manette: tre arresti e un indagato a Siena, le accuse. Il misfatto sarebbe avvenuto, secondo le prime ricostruzioni, in un’abitazione privata. Serie A, tre arresti a Siena. (CalcioToday.it)

Indagini in corso. Serie A, tre arresti e un indagato a Siena, le accuse. Dalle prime ricostruzioni i fatti sarebbero avvenuti, in un’abitazione privata la settimana scorsa. Siena, scatta l’arresto da parte della Squadra Mobile per tre giovani, tutti di 20 anni. (CalcioToday.it)

La prima e più delicata operazione è stata eseguita ieri dai poliziotti di Squadra mobile e Volanti. Una moglie, una madre e una bimba vittime di violenze. (Gazzetta del Sud - Edizione Messina)

«Rapinato da due ragazzi», ma la storia è diversa: denunciato per violenza sessuale

Tra gli arrestati, secondo quanto sarebbe emerso, ci sarebbe un calciatore del settore giovanile di una squadra di serie A. I tre , tutti maggiorenni, si trovano ora ai domiciliari, dopo la denuncia di violenza sessuale di gruppo, presentata da una ragazza di 20 anni. (Yahoo Notizie)

Infine un 64enne, dedito all’alcol, aveva più volte insultato, aggredito e minacciato di morte la moglie e il figlio affetto da schizofrenia Altre due storie, altre due donne maltrattate. Altre due misure cautelari riguardano altre due storie, sempre con uomini carnefici e donne vittime. (Tempo Stretto)

Il 45enne, secondo quanto emerso, aveva denunciato ieri pomeriggio di essere stato vittima di una rapina in via del Canale, indicando come aguzzini due nigeriani Dopo il rifiuto di lei nel concedersi, il 45enne avrebbe iniziato a palpeggiarla nelle parti intime. (AnconaToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr