Da oggi altre 4 regioni in zona bianca, slitta il coprifuoco: tutte le regole

Teleclubitalia INTERNO

Sempre da oggi il coprifuoco slitta dalle 23 a mezzanotte per tutte le regioni gialle (in quelle bianche non è in vigore).

Da oggi, 7 giugno, il coprifuoco slitta dalle 23 a mezzanotte.

Coprifuoco e regole. Nelle prossime settimane saranno anche altre le regioni a passare in zona bianca se il trend continuerà ad essere in discesa.

In zona bianca dunque spostamenti liberi, quindi così come sono liberi anche gli orari dei locali pubblici

Da oggi altre regioni passano in zona bianca e slitta il coprifuoco. (Teleclubitalia)

Ne parlano anche altre testate

– VENEZIA, 07 GIU – Il Veneto entra da oggi in zona. bianca, quella di rischio più basso per il contagio Covid, e. riassapora ill ritorno alla quasi normalità, con tutte le. attività economiche aperte (tranne le discoteche) e bar e. (euronews Italiano)

Chi vive in zona bianca si puo' spostare senza limiti di orario verso altre localita' della zona bianca In fascia bianca il coprifuoco non scatta mai e restano solo due limitazioni: mascherine e distanziamento. (Tiscali.it)

Crotone, Protestano i dipendenti del CORAP lasciati al loro destino e senza stipendio da mesi | wesud News. wesud.it. Dignità e certezze. (wesud)

Oggi si registra un altro passo verso il ritorno alla normalità con l’allenamento del coprifuoco che – da stasera – slitta dalle 23 alla mezzanotte. Sono quattro le Regioni che oggi si sono svegliate in zona bianca: Veneto, Abruzzo, Liguria e Umbria, che si aggiungono a Molise, Friuli Venezia Giulia e Sardegna, e fanno salire da oggi a sette il numero delle Regioni a minor rischio Covid (Grandangolo Agrigento)

Piscine e altre attività. Quanto alle altre strutture, in zona bianca riaprono le piscine al chiuso, i parchi tematici, le sale giochi e le sale scommesse, mentre in zona gialla dovranno attendere. Tornando alla zona bianca, la cancellazione del coprifuoco implica anche gli esercizi e i locali notturni non chiuderanno più alle 23. (The Italian Times)

Una situazione di difficoltà, quella del Corap, a livello regionale che va avanti da anni e che non ha trovato soluzioni. Il Corap Crotone gestisce anche le condotte per l’acqua potabile per la città capoluogo di provincia. (Corriere di Lamezia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr