F1, la gara da incubo di Carlos Sainz: da 4° a 11°. Ferrari fuori dalla zona punti

F1, la gara da incubo di Carlos Sainz: da 4° a 11°. Ferrari fuori dalla zona punti
Per saperne di più:
OA Sport SPORT

Invece, oggi, il numero 55 della Ferrari è incappato in una controprestazione difficile da digerire, a dimostrazione di come non riesca ancora a essere costante ad alto livello, come peraltro sottolineato da lui stesso nel recente passato.

Sainz si è ritrovato comunque alle spalle dell’inglese e, soprattutto, la seconda metà della gara si è tramutata in un autentico calvario.

In questo modo Carlos è scivolato addirittura fuori dalla zona punti. (OA Sport)

La notizia riportata su altri giornali

Il britannico della Mercedes vince il Gran Premio del Portogallo e trionfa per la seconda volta in stagione dopo il Bahrain, mettendosi alle spalle la Red Bull di Max Verstappen: "È stata una gara difficile a livello fisico e mentale - ammette il campione del mondo in carica -. (Corriere dello Sport.it)

Valtteri Bottas, dopo la pole position di ieri, chiude al terzo posto il Gran Premio del Portogallo, terzo appuntamento stagionale della Formula 1. "È stata una giornata complicata: non avevo il passo nel primo stint per motivi sconosciuti, poi nel secondo ho avuto problemi a un sensore". (Corriere dello Sport.it)

Male la Ferrari di Carlos Sainz, il pilota spagnolo ha concluso all’undicesimo posto mantenendo la posizione sull’Alfa Romeo di Antonio Giovinazzi, unico italiano in pista. Subito fuori dal podio la seconda Red Bull di Sergio Perez. (Il Fatto Quotidiano)

F1, Mattia Binotto: "Siamo delusi. Strategia sbagliata con Sainz? Eravamo ambizioni"

Però abbiamo sbagliato tutti i momenti importanti e dobbiamo imparare da questi errori. Bisogna capire cosa è stato sbagliato per tornare più forti, in maniera tale da comprendere al meglio la macchina e il feeling con essa” (OA Sport)

La Formula 1 ha introdotto da questa stagione il budget cap, il nuovo regolamento finanziario che impone ad ogni team un tetto massimo di spesa annuale pari a 145 milioni di dollari. “Non appena arriverà questo chiarimento potremo esprimere un voto ed assicurarci di includere le sanzioni sportive. (Motorsport.com Italia)

Più l’ambizione di volere superare Norris già a quel punto, quando invece bisognava essere più pazienti. Il team principal Mattia Binotto si è dimostrato particolarmente deluso ai microfoni di Sky Sport F1: “Siamo delusi da questa gara, volevamo un risultato migliore. (OA Sport)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr