Il tentato golpe in Giordania, territorio chiave che fa gola a troppi

Il tentato golpe in Giordania, territorio chiave che fa gola a troppi
Notizie - MSN Italia ESTERI

È già successo con Iraq, Siria, Yemen.

Di più, sul confine orientale del regno di Abdallah II si addestrano unità speciali di svariati Paesi occidentali.

Il tentativo di scalzare dal trono re Abdallah II di Giordania non è soltanto una resa dei conti fra fratellastri e avverse fazioni.

Alla bisogna, caccia militari americani muovono da lì verso Siria, Iraq, o le acque internazionali al largo del Corno d’Africa, di volta in volta contro jihadisti sunniti, milizie iraniane, pirati somali. (Notizie - MSN Italia)

Se ne è parlato anche su altri media

esteri. Il fratellastro del re, respinge le accuse di aver complottato contro di lui, usa parole a favore del sovrano, ma dichiara di non voler sottostare al provvedimento dei domiciliari e comunica con il suo staff attraverso i social (TG La7)

Il governo giordano ha rivelato di aver fermato un complotto per “destabilizzare” il regno che coinvolgeva il principe Hamza bin Hussein, un fratellastro di re Abdallah II e ha arrestato diversi sospetti. (IL GIORNO)

Advertising. giulianol : RT @Il_Vitruviano: Cosa sta accadendo realmente in Giordania e cosa c’è dietro - stopaltelevoto : Creo che tra una cosa e l’altra ci siamo (mi sono?) Se non è un dietrofront è certamente un rientro nei ranghi quello del principe Hamzah bin Hussein. (Zazoom Blog)

Alti funzionari e un principe agli arresti: Cosa sta succedendo in Giordania?

Hamza era stato privato nel 2004 del titolo di principe ereditario da re Abdallah, cinque anni dopo che questi era diventato dopo la morte del loro padre, re Hussein. E dopo la pace del 1994, tra Israele e Giordania in anni recenti ci sono stati momenti di tensione, proprio in relazione alla questione palestinese (Il Fatto Quotidiano)

Anche lui pilota (di caccia militari), addestrato come gli altri membri della famiglia reale all’accademia britannica di Sandhurst. Nel 2009 Abdallah II ha nominato come suo successore il figlio Hussein, che allora aveva 15 anni (Corriere della Sera)

Ci sono stati altri arresti "per motivi di sicurezza", ma le autorità non hanno condiviso informazioni sul numero dei detenuti o sulla loro identità, sottolineando semplicemente che il principe Hamzah non è tra loro. (L'AntiDiplomatico)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr