Meteo cronaca diretta: Po, è allarme siccità, mai così da 70 anni; la situazione (video)

iLMeteo.it INTERNO

�‰ l'allarme lanciato dall'osservatorio sugli utilizzi idrici del fiume Po, che registrano una decrescita vertiginosa; il video qui sopra

"La situazione attuale è drammatica, non si vedeva da oltre 70 anni una situazione analoga, ha nevicato pochissimo e la neve adesso non c'è più in montagna, non ha piovuto per oltre 110 giorni e le temperature sono più alte di 3 o 4 gradi rispetto alla media del periodo. (iLMeteo.it)

Su altri media

Così la Coldiretti, che sottolinea che a causa della mancanza d’acqua del Po è minacciato oltre il 30% della produzione agricola nazionale e la metà dell’allevamento.La catastrofe climatica, spiega l’associazione agricola, si prefigura addirittura peggiore di quella del 2003 che ha decimato le produzioni agricole nazionali (askanews) – Il livello del Po è a -3,3 metri rispetto allo zero idrometrico e la situazione di carenza idrica riguarda anche i grandi laghi del Nord, con il Maggiore che ha appena il 19,5% di riempimento dell’invaso e quello di Como ha solo il 17,6%. (Agenzia askanews)

Meteo cronaca diretta: (video) siccità, è allarme rosso per il fiume Po, mai così basso da 70 anni. . . La siccità ogni anno che passa prende sempre più il sopravvento su tutto il territorio italiano e le riserve idriche rischiano di esaurirsi. (iLMeteo.it)

"La situazione più grave riguarda la pianura risicola, tra la provincia di Pavia e quella di Lodi – spiega Legambiente Lombardia –. D’accordo con Enel, A2A, Edison dagli invasi idroelettrici alpini verranno rilasciati a valle per le necessità dell’agricoltura, 5 milioni di metri cubi nei prossimi 10 giorni (SondrioToday)

AZIENDE FINANZIATE PER PROVINCIA E IMPORTO TOTALE DESTINATO DALL’INIZIO DEL PSR 2014-2022 – Il dettaglio delle aziende finanziate per provincia dall’inizio del Psr 2014-2020 e l’importo totale destinato:. (MI-LORENTEGGIO.COM – LE ULTIME NOTIZIE DI CRONACA, POLITICA, ANNUNCI, SPORT, FOTO E VIDEO DI MILANO E LA LOMBARDIA)

L’acqua si potrà recuperare solo “se pioverà con abbondanza entro un paio di settimane“ “Abbiamo attivato tutte le nostre centrali termoelettriche, anche quelle di piccola taglia interne ai poli industriali, in modo da poter sopperire alle esigenze del settore elettrico“, precisa Marco Stangalino, vicepresidente esecutivo power asset dell’Edison. (MeteoWeb)

Si stanno preparando a riaccendersi e a digerire carbone a tonnellate le centrali di Venezia Fusina (Enel), La Spezia (Enel), Monfalcone (A2A). E cominciano a tossire tosse secca Piacenza (A2A), La Casella (Piacenza, Enel), Chivasso (Torino, A2A), Turbigo (Milano, Iren), Tavazzano (lodi, Ep) per circa 4.800 megawatt. (Il Sole 24 ORE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr