I 'minatori' di Bitcoin: chi sono i nuovi migranti della crisi energetica

QUOTIDIANO NAZIONALE ECONOMIA

Ma ora è l’aumento dei costi dell’energia elettrica a mettere alle corde la produzione di questo denaro virtuale e a generare nuovi spostamenti.

E anche negli Stati Uniti, di recente, un potente comitato del Congresso ha annunciato un’audizione sulla questione: il nodo dell’energia non è più rimandabile

Anche il Paese dei geyser, infatti, sta vivendo una carenza di energia e non intende avallare ’sprechi’ con finalità speculative. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Su altre testate

In Europa l'unico Paese che ha per il momento messo al bando alcune cripto - tra cui bitcoin ed Ethereum - è la Macedonia del Nord. In Africa ci sono l'Algeria e l'Egitto, che ha dichiarato le transazioni in bitcoin non compatibili con la legge islamica (Ticinonline)

In alcuni paesi sono tollerate ma molti altri ne hanno già vietato l’estrazione se non addirittura lo scambio. Il mondo si sta restringendo sempre di più per i minatori di bitcoin e tra poco in molti potrebbero trovarsi a portare il proprio piccone digitale su un’isola. (Wired Italia)

La concorrenza non è mancata nell'ultimo decennio, ma il Bitcoin continua a essere il re indiscusso delle criptovalute Con il Bitcoin gli investitori possono guadagnare e perdere molto denaro, ma è quasi impossibile stabilire un quadro intellettuale circa la sua valutazione. (Advisoronline)

La rapida crescita del bitcoin potrebbe portare ad un epilogo simile. La valutazione del bitcoin. (We Wealth)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr