Autosorveglianza Covid: cos'è e come funziona

Autosorveglianza Covid: cos'è e come funziona
Newsby INTERNO

La principale novità riguarda la distinzione fra i soggetti vaccinati e non, introducendo il concetto di autosorveglianza.

Isolamento di cinque giorni e tampone, invece, per i contatti stretti asintomatici che hanno ricevuto due dosi di vaccino da più di 120 giorni e con green pass in corso di validità

Tutti i dettagli. (Pixabay). L’ultimo decreto Covid ha introdotto nuove regole per l’isolamento di coloro che hanno avuto un contatto stretto con un caso positivo. (Newsby)

Su altre testate

Se entro nel sistema di tracciamento, mi arriva una mail con la data del tampone di fine quarantena. Se la lettera arriva solo due o tre giorni dopo i giorni stabiliti dalla legge, la Ausl programma il tampone di fine quarantena. (Corriere della Sera)

Nel decreto compare questo nuovo termine che indica i passi da fare a chi è vaccinato o guarito e ha avuto contatti con un positivo. Con il nuovo decreto entrato in vigore lo scorso 30 dicembre diverse sono state le regole cambiate dal governo, su tutte quelle legate alla quarantena. (Virgilio Notizie)

Chi ha avuto contatti con un positivo deve fare la quarantena? Le nuove REGOLE da seguire. Le nuove REGOLE covid da seguireCon l'ultimo decreto anti-COVID sono cambiate le regole per la quarantena e per gli isolamenti fiduciari (quando si è stati a stretto contatto con un positivo). (iLMeteo.it)

Autosorveglianza per contatti stretti positivi Covid/ Cos'è, come funziona: le regole

4) Gli operatori sanitari devono eseguire tamponi su base giornaliera fino al quinto giorno dall’ultimo contatto con un soggetto contagiato Che cos’è l’auto-sorveglianza. L’autosorveglianza (o auto-diagnosi) non obbliga una persona che ha avuto un contatto stretto con un positivo a rimanere in casa in attesa di verificare se abbia contratto o meno il virus, ma ha la possibilità di uscire e vivere “normalmente” rispettando alcune precauzioni. (Gazzetta del Sud)

Quarantena sì, quarantena no, tampone antigenico o molecolare, quando si può tornare a lavorare e a quali condizioni. Insomma dopo un contatto con un positivo, non dovrà più mettersi in quarantena, né aspettare il risultato di un tampone per uscire di casa. (il Dolomiti)

QUALI SONO I CONTATTI STRETTI. Quali sono i contatti stretti? Inoltre, nei 10 giorni successivi al contatto stretto la persona deve indossare una mascherina FFP2, che è più protettiva di quella chirurgica. (Il Sussidiario.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr