Paul Haggis, la difesa del regista: “Nessuna violenza, rapporti consenzienti”

Paul Haggis, la difesa del regista: “Nessuna violenza, rapporti consenzienti”
OGGI CULTURA E SPETTACOLO

Paul Haggis nega tutto: «Rapporti consenzienti» e «nessuna violenza». Così il regista canadese, accusato di violenza sessuale aggravata nei confronti di una trentenne inglese, ha risposto per più di due ore al gip di Brindisi, Vilma Gilli. Paul Haggis, 69 anni, è entrato in tribunale dall’ingresso principale per poi andar via da quello secondario, lasciando al suo legale il compito di rigettare tutti gli addebiti. (OGGI)

La notizia riportata su altre testate

Il regista canadese ha dato la sua versione dei fatti al gip Vilma Gilli nell’interrogatorio di garanzia per la convalida del fermo. – “Si è dichiarato totalmente innocente. (TeleRama News)

- BRINDISI, 22 GIU - "Paul Haggis ha spiegato come sono andati i fatti. Lo stesso Mr Haggis ha dichiarato la sua volontà di rimanere in Italia fino a quando non sarà definitivamente accertata la sua totale innocenza" (Sky Tg24 )

Il regista canadese è stato interrogato ieri al tribunale di Brindisi e la sua versione dei fatti non ha convinto gli inquirenti. «Inclinazione a delinquere» - Il 19 giugno Paul Haggis è stato arrestato in seguito alla denuncia di una 28enne inglese per violenza sessuale. (Ticinonline)

Haggis indagato per abusi sessuali: Il giudice decide per la liberazione

er tre volte la presunta vittima degli abusi sessuali del regista premio Oscar Paul Haggis si sarebbe allontanata da lui, confidando le presunte violenze subìte a un medico, a una farmacista e anche a diversi amici, e tutte le volte sarebbe poi tornata dal regista. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

“Un inno alla serenità, frutto dell’esigenza di staccare almeno per un secondo dai problemi e dai ‘casini‘ del quotidiano che ci portano a creare ‘pippe mentali‘ da premi Oscar” – carlomanzo. “Premi Oscar” di Carlo Manzo è un inno alla serenità. (Sardegna Reporter)

Il giudice decide se Haggis rimane ai domiciliari. Il giudice Vilma Giil avrebbe dovuto emettere la sua decisione più tardi stasera. Le traduzioni avanti e indietro hanno allungato la durata dell’udienza, ha detto Laforgia (Nanopress)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr