Tensioni in Europa: Russia e Ucraina ai minimi termini, la Polonia teme il conflitto

Tensioni in Europa: Russia e Ucraina ai minimi termini, la Polonia teme il conflitto
Più informazioni:
Il Digitale ESTERI

La Russia nell’ultimo periodo ha contribuito ad alimentare le tensioni in Europa come non mai, e ha affremato che deciderà le sue prossime mosse dopo i colloqui di questa settimana.

L’inviato degli Stati Uniti ai colloqui dell’OSCE ha detto che l’Occidente non dovrebbe cedere al ricatto.

Tensioni in Europa: Russia e Ucraina si preparano al conflitto?

Leggi anche: La Russia accusa la Nato: “Vogliono schierare missili nucleari in Europa”

Il ministro degli Esteri Sergei Lavrov ha affermato che le richieste degli Stati Uniti di ritirarsi sono inaccettabili. (Il Digitale)

Ne parlano anche altre testate

Allarme di Stoltenberg: “Occorre prevenire uno scontro diretto" "Rischio conflitto armato in Europa”. (La Repubblica)

La Russia si è vista riconoscere un ruolo di interlocutore strategico per la prima volta dalla fine della Guerra Fredda. Sullivan ha rivelato che, secondo informazioni di intelligence, la Russia sta cercando di creare il pretesto per un’invasione attraverso operazioni di disinformazione. (Corriere della Sera)

Nato compatta e Stati Uniti pronti a reagire. L'Alleanza resta coesa sulla difesa di quei principi che ha definito "fondanti" nel rispetto della sovranità territoriale dell'Ucraina. "Siamo uniti nella Nato - ha spiegato il capo dell'Alleanza, Stoltenberg - e pronti a difenderci a vicenda e a riunirci di nuovo nel Consiglio Nato-Russia". (Vatican News)

La priorità della presidenza polacca dell'OSCE sarà la risoluzione pacifica dei conflitti in Europa Orientale

Obiettivo: cercare soluzioni per evitareche la guerra in Ucraina possa davvero detonare, dato che lungo lo stesso confine ucraino il Cremlino - già da settimane ormai - ha dislocato oltre 100 mila soldati in assetto di guerra, un arsenale di sofisticate armi terrestri nonché e velivoli da combattimento (Corriere del Ticino)

«La nostra pazienza è finita, l’Occidente si è fatto prendere dall’arroganza e ha esacerbato le tensioni violando i suoi obblighi e il buon senso», ha tuonato il capo della diplomazia moscovita, tornando a insistere che la garanzia decisiva è la rinuncia definitiva della Nato a espandersi verso Est, in primo luogo all’Ucraina. (GameGurus)

Durante l’incontro, il Capo del Ministero degli Affari Esteri polacco, il Presidente in carica dell’OSCE, Zbigniew Rau, ha definito le priorità della presidenza polacca: un impegno per la risoluzione pacifica delle questioni di sicurezza nell’Europa Orientale, un’apertura al dialogo e la presentazione di nuove iniziative che portino alla comprensione. (Gazzetta Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr