Ocse migliora outlook Pil globale e Italia. Visco (Bankitalia) lancia alert su troppo risparmio e rischio NPL

Ocse migliora outlook Pil globale e Italia. Visco (Bankitalia) lancia alert su troppo risparmio e rischio NPL
Finanzaonline.com Finanzaonline.com (Economia)

Tra l’altro, “i crediti deteriorati delle banche rischiano di aumentare per la crisi del coronavirus e gli istituti di credito devono quindi provvedere a rafforzare il patrimonio”.

Bankitalia ha confermato le stime sul crollo del Pil italiano a una caduta, quest’anno, poco inferiore a -10%.

Nel frattempo Ignazio Visco, governatore di Bankitalia, interviene al comitato esecutivo dell’Abi, nel discorso “L’economia italiana e le banche: implicazioni della pandemia e prospettive”. (Finanzaonline.com)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Forti dubbi sull’idea di dar vita a una banca pubblica. Il governatore ha poi espresso i suoi dubbi circa l’idea – che piace in particolare alla componente cinquestelle del governo – di dar vita a una banca pubblica. (L'agone)

La pandemia non sta. evolvendo, a livello globale, come molti avevano sperato. Questo rafforza la necessità di interventi di natura strutturale volti a sostenere la ripresa delle economie e la solidità delle imprese con prospettive di sviluppo”. (Finanzaonline.com)

“Diversa – ha aggiunto Visco – è la natura, forse più complessa l’attività, di una banca pubblica di sviluppo. Gestione Stato spesso inefficiente. (askanews)

Visco: "Banche in guardia sui crediti"

E ancora: «Non va dimenticato, inoltre, che più che del supporto di una grande banca pubblica, l'economia italiana beneficerebbe innanzitutto di una Pubblica amministrazione efficiente, di infrastrutture adeguate, di investimenti in innovazione e conoscenza». (Il Gazzettino)

Il governatore di Bankitalia, Ignazio Visco, ha fatto un intervento preoccupato alla riunione dell’esecutivo Abi. Il governatore di Bankitalia, Ignazio Visco, ha fatto un intervento preoccupato alla riunione dell’esecutivo Abi. (QUOTIDIANO.NET)

Le norme Ue (calendar provising) impongono la svalutazione al 100% dei crediti in tre anni, se non garantiti, e in 7-9 anni se garantiti da collaterali o da immobili. (ilGiornale.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr