Auto finisce nel fiume Trebbia, muoiono quattro ventenni

Corriere della Sera INTERNO

Nella tarda mattina di martedì era ancora in corso l’intervento con i sommozzatori su un’auto finita nel Trebbia vicino alla Malpaga.

di Redazione cronache. La vettura scoperta martedì mattina da un pescatore.

All’interno i corpi dei quattro ragazzi.

Le indagini della Procura e dei carabinieri. Quattro giovani morti.

I soccorsi e l’inchiesta All’interno della vettura i corpi dei quattro giovani di cui non si avevano notizie da lunedì, tre ragazzi e una ragazza, tutti ventenni e residenti tra Castelsangiovanni e Borgonovo

(Corriere della Sera)

Ne parlano anche altri giornali

Sui movimenti precedenti dei ragazzi e di dove abbiano trascorso la serata sono in corso alcuni accertamenti. L’auto sulla quale viaggiavano (una Wolkswagen Golf) e di proprietà della famiglia di uno dei quattro (Costantino Merli) è stata posta sotto sequestro. (IlPiacenza)

Le amministrazioni di Borgonovo, Calendasco, Castel San Giovanni invitano i cittadini ad accendere una candela ogni sera fino alla data dei funerali di Elisa Bricchi, Costantino Merli, Domenico Di Canio e William Pagani, i quattro giovani morti lunedì notte nell’auto precipitata in Trebbia nel comune di Calendasco. (Libertà)

Non potendo ancora permettersi un matrimonio si erano da poco scambiati delle fedine, simbolo del loro sentimento, promessa di un futuro insieme. L'11 gennaio sarebbero partiti insieme per due giorni a Sirmione: la valigia era già pronta, ora abbandonata in un angolo della camera di Elisa, a ricordare la sua vita spezzata. (Prima Lodi)

Nella nebbia, il conducente potrebbe essersi accorto all’ultimo della fine della strada e aver tentato di svoltare. I ragazzi amavano frequentare l’argine del fiume ed è lì che sono andati nella notte gelida e nebbiosa. (Libertà)

Dal momento che è stata disposta l’autopsia, occorrerà comunque attendere ancora qualche giorno per cingere in un ultimo abbraccio i quattro giovani. Una contemporaneità voluta e pensata proprio per rivolgere simbolicamente una preghiera collettiva a questi ventenni uniti da una grande amicizia: Elisa Bricchi, Costantino Merli, Domenico Di Canio e William Pagani (Libertà)

Ecco, questi ragazzi non vanno dimenticati perché erano tutti straordinari”. I COMPAGNI DI SCUOLA E GLI INSEGNANTI RICORDANO COSTANTINO – Nel frattempo in queste ore si susseguono senza sosta i messaggi in ricordo di Costantino merli. (Libertà)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr