Agevolazione prima casa salvaguardata con donazione della precedente abitazione

Agevolazione prima casa salvaguardata con donazione della precedente abitazione
Euroconference NEWS ECONOMIA

L’agevolazione prima casa. L’ordinamento offre la possibilità di acquistare, con imposte di trasferimento agevolate (Iva al 4% ovvero registro al 2%), un solo fabbricato a destinazione abitativa.

Nel caso di acquisto di immobile con applicazione dell’agevolazione prima casa, la cessione per precedente immobile agevolato può avvenire anche con atto a titolo gratuito; inoltre, la frazione di immobile acquisito a titolo gratuito con agevolazione prima casa è irrilevante in relazione al nuovo acquisto. (Euroconference NEWS)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Sotto la lente di ingrandimento la Nota IIbis, posta in calce all’articolo 1 della Tariffa, Parte I, allegata al TUR, che regola il bonus prima casa In merito al secondo quesito, inoltre, si ritiene, che la suddetta alienazione possa essere realizzata sia con atto a titolo gratuito sia con atto a titolo oneroso». (Libertà Sicilia)

Bonus prima casa: anche per l’abitazione ottenuta per un 50 per cento tramite donazione e per un 50 per cento tramite acquisto, si applicano le regole standard. Bonus prima casa: anche in caso di metà donazione e metà acquisto, per beneficiare nuovamente delle agevolazioni basta alienare entro un anno la parte acquistata a titolo oneroso. (Informazione Fiscale)

Gtres Gtres. Per poter beneficiare dell'agevolazioni prima casa è importante procedere all'alienazione dell'immobile preposseduto entro un anno dal nuovo acquisto. Nel fornire i suoi chiarimenti, proprio in merito al tema all'agevolazione prima casa e all'alienazione, l'Agenzia delle Entrate ha sottolineata che, per non incorrere nell'ipotesi di decadenza dall'agevolazione prima casa, l'istante deve alienare almeno il 50% dell'immobile preposseduto, nello specifico la quota acquistata a titolo oneroso. (Notizie - MSN Italia)

Ecco perché molti stanno facendo la donazione della casa per metà per non perdere il bonus

Pertanto, per evitare la decadenza dall'agevolazione, chiarisce l’Agenzia, l'istante è tenuto ad alienare almeno il 50% dell'immobile preposseduto, cioè la quota acquistata a titolo oneroso. È, in sintesi, quanto afferma l’Agenzia delle entrate con la risposta n. (CASA&CLIMA.com)

Lo stesso, successivamente, ha trasferito la propria residenza in un altro Comune e ha acquistato un altro immobile ad uso abitativo, fruendo delle medesime agevolazioni “prima casa” e impegnandosi a vendere l’immobile preposseduto entro il termine di un anno dall’acquisto. (InvestireOggi.it)

In particolare, una donazione ricevuta per metà non fa perdere la possibilità di fruire nuovamente del bonus prima casa, ad un’unica condizione. Ecco perché molti stanno facendo la donazione della casa per metà per non perdere il bonus. (Proiezioni di Borsa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr