Salvini tra Patrioti e "free vax". L'asse con Le Pen (e Trump)

Salvini tra Patrioti e free vax. L'asse con Le Pen (e Trump)
Articolo Precedente

next
Articolo Successivo

next
il Giornale INTERNO

Infischiarsene dei marchi di infamia e delle lettere scarlatte. Ribadire in ogni occasione utile l'appartenenza a quel radicalismo conservatore che vuole reagire al declino dell'Occidente. Cavalcare l'onda che si sta alzando da Parigi a Washington, creando un asse forte con Marine Le Pen (in foto con il segretario) e con Donald Trump. Rilanciare la strategia «free vax», battezzata così nel 2021 e ora tornata sotto i riflettori con l'emendamento, sottoscritto da Claudio Borghi al decreto liste d'attesa, per cancellare l'obbligo vaccinale per i minori fino a 16 anni per i vaccini contro morbillo, rosolia, parotite e varicella in modo che non siano più obbligatori, ma solo «raccomandati». (il Giornale)

Se ne è parlato anche su altri giornali

A quanto si apprende da fonti parlamentari, l'emendamento verrà dichiarato inammissibile per estraneità di materia quando, martedì mattina, si riunirà la commissione Affari sociali del Senato che sta esaminando il decreto. (la Repubblica)

Forse dovrebbe fare più spesso questi interventi, è stato giustamente criticato da tutta la comunità medico-scientifica, che non è mai stata così unita, per una proposta irresponsabile e scellerata, soprattutto visto il momento attuale in cui stiamo vedendo una recrudescenza del morbillo“. (Il Fatto Quotidiano)

Sennonché la solitaria iniziativa - nel senso che non impegna il partito come afferma l’interessato - non è d… (La Stampa)

Verso l'inammissibilità per l'emendamento della Lega sui vaccini

"Non ho capito perché ci sono dei gonzi che, in caso di dichiarazione di inammissibilità del mio emendamento per la cancellazione della Legge Lorenzin, credono sia una mia sconfitta. "In caso di dichiarazione di inammissibilità del mio emendamento per la cancellazione della Legge Lorenzin, credono sia una mia sconfitta. (Quotidiano Sanità)

La proposta è contenuta in un emendamento alla legge sulle liste di attesa e potrebbe essere considerata inammissibile in quanto estranea alla materia del provvedimento cui dovrebbe essere collegata. (Corriere Roma)

Non sarà esaminato l'emendamento al decreto legge sulle liste d'attesa presentato dal senatore della Lega Claudio Borghi, che chiede di cancellare l'obbligo vaccinale per i minori fino a 16 anni e i minori stranieri non accompagnati. (Tuttosport)