Attenzione a questo SMS apparentemente innocuo che invece nasconde una truffa bella e buona

Proiezioni di Borsa ECONOMIA

Attenzione a questo SMS apparentemente innocuo che invece nasconde una truffa bella e buona. Ormai la sicurezza online è fondamentale tanto quanto quella nella vita di tutti i giorni ed una disattenzione può costarci molto cara.

Per questo è bene essere sempre al corrente di ogni novità anche in questo campo.

Insomma, potrebbero essere molti i motivi che potrebbero indurre a tentare di richiamare il numero indicato

Per difendervi dalla “novità” di questi giorni vi invitiamo a fare attenzione a questo SMS apparentemente innocuo che invece nasconde una truffa bella e buona. (Proiezioni di Borsa)

Ne parlano anche altri giornali

Come ricostruito dalla questura in un comunicato del 21 settembre agganciava il conducente della vettura che a lui sembrava adatto per essere truffato, si faceva superare scagliando sull’auto della vittima un oggetto simulando un “contatto” tra le due auto. (QuiLivorno.it)

In meno di 20 minuti, l’utente viene estromesso dal suo sistema di homebanking e non esercita più alcun controllo“ Ma è qui che avviene la presa in giro vera e propria, come spiega Monsignore: “A questo punto, l’utente viene invitato a fornire immediatamente le proprie credenziali di accesso. (Tech Meteoweek.com)

Valutata la pericolosità della condotta e l’urgenza derivante dalla perpetuazione delle condotte fraudolente, il Giudice per le indagini preliminari di Milano, Dott. Secondo quanto prospettato dagli indagati, il celebre maestro avrebbe occultato all’interno di porzioni infinitesimali dei propri quadri, ulteriori dipinti non visibili all’occhio umano, recentemente scoperti grazie all’evoluzione tecnologica ed agli ingrandimenti operati in forma digitale. (il Fatto Nisseno)

Lo comunica l’Agenzia regionale emergenza urgenza della Lombardia, aggiungendo che sul posto sono intervenuti elisoccorso, ambulanza, vigili del fuoco, carabinieri e vigili urbani (LaPresse) – Oggi poco dopo le 12 a Magenta (Milano), nel Naviglio Grande all’altezza di via Vittorio Bottego, è stato rinvenuto il cadavere di una donna anziana di cui non sono note le generalità. (LaPresse)

Duecento persone raggirate con il miraggio di acquistare micro quadri nascosti nelle opere di Leonardo Da Vinci. Soldi che dovevano servire sulla carta in parte per l’acquisto di dodici finti “micro quadri nascosti nei quadri di Leonardo da Vinci” e 32 ‘frazioni digitali’ di opere della pittrice romena Alina Ciuciu (estranea alle alle indagini). (Il Fatto Quotidiano)

L'esca ideata dagli organizzatori era una combinazione, confusa ma attraente, di presunte opere d'arte rinascimentali e criptovalute. Una truffa molto ben congegnata, che avrebbe fruttato centinaia di migliaia di euro e coinvolto circa 200 vittime. (ilGiornale.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr