Apprensione per l’ex romanista Righetti: è ricoverato in terapia intensiva per due infarti

Apprensione per l’ex romanista Righetti: è ricoverato in terapia intensiva per due infarti
La Gazzetta dello Sport SPORT

Righetti, 58 anni, è in terapia intensiva e la prognosi è riservata a causa di un secondo infarto subito.

Le sue condizioni sono serie, è in prognosi riservata. Paura oggi a Roma per Ubaldo Righetti.

Ha indossato 8 volte la maglia azzurra e con la Roma ha vinto uno scudetto e 3 coppe Italia

L’opinionista della tv ufficiale del club, già vincitore dello scudetto 1983, si è sentito male durante una partita di paddle. (La Gazzetta dello Sport)

Ne parlano anche altri giornali

Dopo una nottata di paura, Righetti martedì è uscito dalla terapia intensiva ed ha cominciato a respirare autonomamente, senza cioè l’aiuto dei macchinari. La Roma, attraverso il suo profilo Twitter, gli ha fatto gli ha inviato un messaggio di sostegno. (Corriere della Sera)

La nostra redazione di Roma apre i battenti, l'occasione è di quelle da non perdere: se sei interessato al mondo del giornalismo ed hai al massimo 25 anni, invia un'email a [email protected]. (RomaNews)

La carriera di Righetti. vedi anche. Confronto Fonseca-Friedkin a Trigoria. L’ex giallorosso, oggi opinionista, si è sentito male durante una partita di padel con amici ed è stato subito ricoverato all’ospedale Sant’Andrea di Roma (Sky Sport)

Ubaldo Righetti sta meglio, non è più in terapia intensiva e respira da solo

"Tieni duro Ubaldo, tutti i romanisti sono con te", recita uno striscione dei tifosi romanisti per l'ex calciatore comparso in città Roma - Ore di paura per Ubaldo Righetti, ricoverato nel pomeriggio all'ospedale Sant'Andrea di Roma dopo un malore che lo ha colpito durante una partita di padel. (IL GIORNO)

Ubaldo Righetti, ex calciatore della Roma e oggi opinionista della tv ufficiale del club, è stato infatti ricoverato in terapia intensiva all'ospedale Sant'Andrea a seguito di un infarto sopraggiunto mentre giocava una partita di paddle. (La Lazio Siamo Noi)

Le sue condizioni di salute sono incoraggianti: non è più ricoverato nel reparto di Terapia Intensiva e respira autonomamente, senza l'ausilio dei macchinari. È stato come chiamare all'adunata un'intera comunità che s'è stretta intorno a Righetti in un momento molto difficile quanto delicato (Sport Fanpage)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr