Falcone: Rizzo (M5S), 'suo sacrificio ha aperto stagione di lotta e speranza'

Falcone: Rizzo (M5S), 'suo sacrificio ha aperto stagione di lotta e speranza'
LiberoQuotidiano.it LiberoQuotidiano.it (Interno)

“Da siciliano sono orgoglioso di quel moto d'indignazione che seppe rompere una subalternità culturale al potere mafioso – prosegue Rizzo – aprendo la stagione della riscossa delle legalità e della bonifica delle connivenze tra potere politico, lobby economiche e mafia.

Su altri media

Ricorre domani, 23 maggio, l’anniversario della strage di Capaci, avvenuta 28 anni fa, nel 1992, in cui persero la vita il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo, i ragazzi della scorta Rocco Dicillo e Vito Schifani e il caposcorta salentino, Antonio Montinaro (LecceSette)

23 maggio 1992 – 23 maggio 2020” sarà esposto domani al balcone della Camera del Lavoro, in via Meli 5. Play Replay Play Replay Pausa Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio Indietro di 10 secondi Avanti di 10 secondi Spot Attiva schermo intero Disattiva schermo intero Skip Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi. (PalermoToday)

Inoltre, le istituzioni scolastiche, i docenti, gli studenti e le famiglie che desiderino inviare elaborati come video (durata massima 3 minuti), pensieri, poesie, immagini e ogni altro genere di materiale relativo ai temi della giornata, possono inviare i loro contributi l’indirizzo mail: [email protected]. (La Tecnica della Scuola)

Strage Capaci, la polizia ricorda Falcone, Borsellino e gli agenti uccisi dalla Mafia 28 anni fa. EMBED. . . (Agenzia Vista) Palermo, 23 maggio 2020 Strage Capaci, la polizia ricorda Falcone, Borsellino e gli agenti uccisi dalla Mafia 28 anni fa La Polizia di Stato ricorda gli Agenti di scorta Antonio Montinaro, Rocco Dicillo, Vito Schifani, Agostino Catalano, Walter Eddie Cosina, Vincenzo Li Muli, Emanuela Loi , Claudio Traina i quali - insieme ai giudici Giovanni Falcone, Francesca Morvillo e Paolo Borsellino - 28 anni fa sono stati trucidati dalla barbarie mafiosa. (Il Messaggero)

Celebrarne la memoria deve essere quindi l’occasione per ricordare che vincere le mafie significa soprattutto difendere la nostra società. “Oggi è la giornata della legalità dedicata a due magistrati simbolo della lotta alla mafia, Giovanni Falcone e Paolo Borsellino (Adnkronos)

«I mafiosi, nel progettare l’assassinio dei due magistrati, non avevano previsto un aspetto decisivo: quel che avrebbe provocato nella società. Ai giovani soprattutto a quelli che nel 1992 non erano ancora nati «dobbiamo dire che lo Stato c’è. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti