Covid: 10 casi in provincia, 284 in regione. Indice di contagio 0,4%

Cremonaoggi INTERNO

Nelle ultime 24 ore si sono registrati 284 casi a fronte di 65.113 tamponi effettuati con un tasso pari allo 0,4%.

I morti nelle ultime 24 ore sono stati 46 (ieri 30) per un totale da inizio pandemia di 131.274.

Il numero totale dei casi raggiunge così quota 4.698.038.

I ricoverati con sintomi sono 2.692 (50 in meno di ieri), quelli in terapia intensiva 367 (16 in meno, con 16 ingressi del giorno, rispetto ai 17 di ieri)

I ricoverati sono 339, dieci in meno di ieri e i pazienti in terapia intensiva 57, sei in meno del giorno precedente. (Cremonaoggi)

Se ne è parlato anche su altri media

Dunque di fronte ad un caso positivo alcune classi vengono messe totalmente in dad mentre in altre restano a casa soltanto i compagni a più stretto contatto. A un mese dall'inizio delle lezioni in presenza ogni istituto si vede costretto ad improvvisare regole diverse rispetto all'isolamento dei contatti e alla durata della quarantena. (ilGiornale.it)

Rispetto a mercoledì scorso, l’altra giornata in cui le istituzioni pubblicano i dati, le cifre puntano al meglio sotto il profilo del numero dei casi di positività riscontrati. A Terni in particolare le classi in isolamento sono cinque, tre in scuole d’infanzia e due in secondarie di primo grado. (TerniToday)

Tutti i distretti sono colpiti tranne quello di Capri ma il maggior numero di casi si contano al distretto 25 (Bagnoli, Fuorigrotta), al 26 (Soccavo, Pianura) e al 31 che. Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati (Il Mattino)

A comunicarlo è l’Asl1 Imperiese. (Riviera24)

Anche le rilevazioni Ministeriali hanno infatti rilevato difformità sul territorio nazionale circa l’applicazione della quarantena per contagio Covid19; è emerso inoltre che la trasmissione delle informazioni tra ASL e istituti scolastici sulle misure da adottare è spesso difficoltosa. (L'HuffPost)

Ma se i positivi sono due…. “Se però, nelle due tornate di tamponi, si trova un altro positivo, e quindi i casi in classe diventano due, le cose cambiano”, specifica La Repubblica Una volta approvate definitivamente, le disposizioni verrebbero indicate direttamente alle Asl, ovvero agli enti sanitari preposti a decidere sulle quarantene. (Tecnica della Scuola)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr