Bimba caduta dal quarto piano, una testimone: «La mamma urlava ‘la mia Fatima! È colpa tua’»

Bimba caduta dal quarto piano, una testimone: «La mamma urlava ‘la mia Fatima! È colpa tua’»
Corriere della Sera INTERNO

Sono state queste le prime parole dette da mamma Lucia, quando si è precipitata dal quarto piano nel cortile di via Milano a Torino per soccorrere la figlia Fatima, morta dopo essere caduta dal quarto piano.

È arrivato anche un uomo, non lo conoscevo, ma poi ho capito che era il compagno della signora, il patrigno della bambina”.

La bimba di tre anni indossava solo un pigiamino e, con ogni probabilità, aveva approfittato della porta di casa lasciata aperta per raggiungere il compagno della madre al piano superiore. (Corriere della Sera)

Su altri media

Fiori bianchi nell'asilo di Fatima, morta giù dal balcone: "Sarai sempre nei nostri cuori" di Federica Cravero. Il racconto della panettiera che ha soccorso la bambina: "Ho sentito un uomo e una donna discutere, poi il tonfo" (La Repubblica)

Oggi, nel carcere torinese delle Vallette per l’udienza di convalida, ha raccontato la sua verità al magistrato: “Stavo giocando con Fatima sul ballatoio. Una confessione shock, quella di Mohssine Azhar, accusato dell’omicidio della piccola Fatima. (Cronaca Qui)

Subito dopo la caduta Fatima era stata soccorsa e trasportata al pronto soccorso dell'ospedale infantile Regina Margherita di Torino in condizioni disperate, e nella notte i sanitari avevano tentato un delicato intervento chirurgico Nella mattinata di giovedì scorso, giorno della tragedia, Mohssine era stato condannato dal tribunale a otto mesi di carcere per il possesso di 50 grammi di hashish. (ilGiornale.it)

Torino, bimba cade dal quarto piano e muore: «Ciao piccola, ora gioca felice con gli altri angeli!»

In ginocchio, accanto alla figlia, c'era anche Lucia, 41 anni, "che ha visto tutto», ha detto al gip il suo compagno. E’ morta così Fatima, la bambina di tre anni che giovedì sera è precipitata da un palazzo del centro di Torino. (Gazzetta del Sud)

Le prossime ore saranno molto importanti, perchè il giudice deciderà se convalidare l’arresto ed eventualmente disporre la misura cautelare in carcere Le volevo bene e quel gioco le piaceva tanto, adesso non mi do pace, ma non potevo immaginare quello che poi è accaduto. (Notizie.it )

di Massimo Massenzio. Il biglietto lasciato da Patrizia, titolare di una panetteria e vicina di casa. «Ciao piccola ora gioca felice con gli altri angeli! (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr