Nata con intestino al posto del polmone, bimba operata a Torino

Nata con intestino al posto del polmone, bimba operata a Torino
L'HuffPost INTERNO

Daria Maria è venuta alla luce all’ospedale Sant’Anna di Torino nel novembre del 2019.

Ci vogliono ancora dei mesi, ma alla fine i polmoni crescono regolarmente nella loro posizione naturale

Dopo pochi giorni l’intervento di correzione dell’ernia, svolto dal direttore di chirurgia pediatrica dell’ospedale infantile Regina Margherita, sembra avere risolto la situazione.

“In genere - spiegano i sanitari - il decorso post operatorio porta a un progressivo recupero della funzione cardiopolmonare. (L'HuffPost)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Infatti la comparsa di altre problematiche, non correlate alla malformazione, prolungano la permanenza in Rianimazione pediatrica sino al marzo 2020 e rendono poi necessaria una lunga degenza presso il reparto di Pneumologia pediatrica diretto dalla dottoressa Elisabetta Bignamini. (TorinoToday)

L’attesa di un organo idoneo si prolunga per mesi, durante i quali la piccola contrae e supera brillantemente anche l'infezione da Covid 19. È stata salvata grazie ad un intervento prima e ad un trapianto di fegato in seguito una piccola bimba nata con l'intestino al posto di un polmone, a causa di una rarissima e grave forma di ernia diaframmatica, presso la Città della Salute di Torino. (newsbiella.it)

La tenacia dei genitori e della piccola convincono tutti i professionisti che, in un ampio ambito multidisciplinare, hanno in cura la bimba ad inserirla in lista d’attesa per un trapianto di fegato, che si presenta da subito ad altissimo rischio. (Adnkronos)

Nata con l'intestino al posto di un polmone: intervento record salva una bimba. La commozione del padre

La piccola viene ricoverata nella Rianimazione pediatrica dell’ospedale Regina Margherita, e dopo due giorni di trattamento intensivo, si sottopone a un delicato intervento chirurgico di correzione dell’ernia diaframmatica. (AGI - Agenzia Giornalistica Italia)

La diagnosi sulla piccola è stata fatta in Romania, dove l’uomo lavorava come operatore televisivo (mentre oggi è in cerca di occupazione. È stato un anno duro, anche perché per colpa del Covid non potevamo stare insieme a lei io e mia moglie nello stesso momento». (La Stampa)

La piccola viene ricoverata nella Rianimazione pediatrica dell’ospedale Regina Margherita, e dopo due giorni di trattamento intensivo, si sottopone a un delicato intervento chirurgico di correzione dell’ernia diaframmatica. (Tiscali Notizie)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr